Istitutional Site
15.01.09.. 
Bedano ha il suo Blog
..
Benvenuti sul Blog curato dall'amministrazione del Comune di Bedano.
Ogni cittadino può scrivere qui i commenti, le proposte, i consigli e, perché no, anche le lamentele.
Tutti verranno presi in considerazione e riceveranno una risposta. Questo strumento servirà a migliorare la comunicazione tra i Cittadini e il Municipio.
 
Gli scritti anonimi o ingiuriosi non verranno pubblicati.
 
Grazie per la collaborazione
..
..
>> Aggiungi un commento
..

Commenti degli utenti

Gentile signora Baggi,

il Municipio di Bedano la ringrazia per il contributo alla discussione e in aggiunta a quanto già risposto al signor Torsi, le comunichiamo che presso l'Ufficio della segnaletica del Dipartimento del territorio è pendente l'istanza del Comune per la posa della segnaletica di limitazione d'orario per il parcheggio presso la zona di svago comunale, che dovrebbe risolvere il problema da lei segnalato; parimenti prossimamente sarà pure chiesta l'autorizzazione al "divieto generale di parcheggio" per l'intero territorio giurisdizionale.

Con i migliori saluti.

Inserito il 15.03.17 08:38
Da Municipio di Bedano

Spettabile Municipio,

 

sono pienamente d'accordo con il Sign. Torsi quando dice che bisognerebbe proibire il passaggio di transito dei camion sulla strada che attraversa Bedano. Ad oggi ne si incrociano veramente tanti, addirittura a volte capita di trovarsene uno davanti che oltre ad attraversare tutta Bedano continua per Taverne per poi immettersi sulla strada Cantonale direzione nord all'altezza della Migros. Mah... resto perplessa. So bene che il Comune fa il possibile da anni per rendere la strada più sicura, comunque è evidente che la sicurezza per i pedoni è compromessa.

Inoltre, parecchi mezzi stradali (auto, moto, furgoni,...) non rispettano il limite dei 30 km/h, e ciò anche sul tratto che va dal posteggio dell'Osteria Carletti fino al parco giochi di Bedano pur essendoci anche dei dossi di rallentamento! Tra l'altro questa strada è percorsa quotidianamente dai tanti ragazzi che si recano a piedi o in bici alle scuole medie di Gravesano. Per questo motivo, capisco perfettamente quei genitori che preferiscono accompagnare a scuola in auto i propri figli, creando ulteriore traffico nel paese.

Per quanto riguarda i posteggi del parco giochi di Bedano, in data 09.12.2015 la Signora Silietti scriveva "mi trovo al parco giochi e noto 17 autovetture posteggiate (la metà con targhe straniere) e di cui i proprietari non si trovano al parco". Ad oggi la situazione non mi sembra cambiata, anzi, già dalle 7.30 di mattina i posteggi sono occupati. Visto l'orario mattutino d'occupazione è evidente che vengono utilizzati da lavoratori che lasciano il proprio mezzo privato e che poi lo riprendono alla sera per rincasare. C'è di buono che almeno sono posteggiati con ordine. Si, perchè all'estremità opposta di Bedano (zona casa anziani) avviene regolarmente il "posteggio dove voglio" su prati, in parte anche su zone che danno accesso a strade di servizio e addirittura su zone segnalate con divieto di posteggio da parte dei proprietari del terreno (che è tutto dire!).

Si pensava che dopo l'entrata in funzione del nuovo parcheggio della casa anziani, non ci fossero più questi problemi di "posteggi un pochino selvaggi", ma non è così. Evidentemente i proprietari di questi mezzi lavorano altrove.

 

Sono pienamente consapevole che il Comune sia confrontato con problematiche più grandi ed urgenti rispetto a quelle da me qui espresse, ma siccome la tendenza del traffico invece di diminuire purtoppo aumenta così come il "parcheggio dove voglio", sarebbe bene per il nostro paese in futuro essere più rigorosi nei controlli e forse anche delimitare o chiarire meglio le zone su cui si può o non si può posteggiare (magari in accordo con i proprietari dei terreni che immagino non siano felici della situazione). 

 

Penso che qualcosa in merito il Comune lo possa fare.

 

Ringrazio per l'attenzione

 

Cordiali saluti

Laura Baggi

Inserito il 13.03.17 14:38
Da Laura Baggi

Egregio signor Torsi,

con riferimento allo scritto del 5 marzo scorso, il Municipio comunica quanto segue:

La sicurezza lungo la via Cantonale è una questione prioritaria dell’Autorità comunale. Con l’anno 2003 si sono avviate le trattative per il riscatto della strada cantonale, oggi di proprietà del Comune, in seguito tra gli anni 2005 e 2006 sono state realizzate le opere di moderazione del traffico e le nuove aree di sosta per gli utenti dell’autopostale.

Sul finire dell’anno 2014, il Municipio ha introdotto anche il limite di velocità a 30 km/h all’interno del nucleo, segnaletica che si auspica possa essere resa definitiva entro breve, con l’approvazione finale dell’Autorità cantonale. A seguire, s’inizieranno azioni di sensibilizzazione e in seguito saranno avviate le procedure repressive (controlli radar).

Parallelamente il Municipio ha commissionato un progetto per la riqualifica dello spazio pubblico e la messa in sicurezza dell’abitato, che vuole adeguare gli arredi urbani alle nuove esigenze e parallelamente disincentivare il transito “parassitario” all’interno dell’abitato. In quest’ambito si auspica che il Consiglio comunale, con la prossima primavera, accolga la richiesta di credito d’opera per un primo intervento (porta sud – incrocio via Mara).

È pure allo studio l’introduzione di un divieto generale di transito per i camion, che oggi sono soggetti a limitazioni solo oltre i 10 m di lunghezza.

Come può constatare, nel corso degli anni sono state investite importanti risorse per migliorare la sicurezza degli utenti che utilizzano la via Cantonale; parimenti nel corso dei prossimi mesi saranno introdotte ulteriori misure, con l’obiettivo di ulteriormente incrementare la sicurezza e ridurre il traffico attraverso il nucleo di Bedano.

Con i migliori saluti.

Inserito il 08.03.17 08:20
Da Municipio di Bedano

Spettabile Municipio,

come ben sapete,  la Via Cantonale, soprattutto quella che attraversa il nucleo, é già difficoltosa transitarla con le automobili, figuriamoci con i TIR

Mi domando come sia possibile far circolare questi "bestioni., Dovrebbe essere proibito! Oltre l'inquinamento, c'è anche la questione sicurezza, che a mio modo di vedere é assai precaria per i pedoni.

Con tutti i capannoni che stanno costruendo (aumento di auto+camion) , immagino che la situazione peggiorerà sempre di più.

 

Grazie per l'attenzione.

 

Cordiali Saluti

 

Marco Torsi

Inserito il 05.03.17 09:08
Da Marco Torsi

Egregio signor Bizzozero,

il Municipio di Bedano comunica quanto segue:

Il nostro ordinamento giuridico prevede che le decisioni sugli investimenti sono prese dall’organo legislativo (Consiglio comunale), che è eletto in rappresentanza della popolazione. Pretendere che ogni singolo cittadino sia concorde su tutte le risoluzioni prese dagli organi comunali è un’utopia e se un cittadino non è consenziente con quanto proposto, può sempre far capo agli strumenti messi a disposizione dalla “democrazia diretta”.

Le opere di protezione dell’abitato sono state fortemente volute dalla popolazione e pienamente sostenute dal Consiglio comunale, che le ha approvate all’unanimità. Il costo degli interventi è stato posto a carico del Comune di Bedano e sussidiato nella misura del 57% da parte della Confederazione e del Cantone. Il fatto che non vi siano altri enti, oltre a quelli suesposti, che partecipano all’investimento, è perché l’unico beneficiario delle opere è il Comune di Bedano e perché non sono attribuibili responsabilità a terzi per gli eventi alluvionali verificatisi sino all’anno 2006.

Per quanto riguarda i futuri investimenti e la sostenibilità degli stessi, il compito d’esame è lasciato alle istituzioni preposte; sinora quelli affrontati hanno permesso di rispondere alle esigenze della collettività, mantenendo una situazione economica del Comune sostenibile, prova ne sono gli ultimi conti consuntivi, che hanno chiuso con un avanzo d’esercizio di fr. 309'388.55, senza considerare l’ammortamento straordinario praticato di fr. 930'898.65.

Ringraziandola per l’attenzione, cordialmente la salutiamo.

Inserito il 20.04.16 09:02
Da Municipio di Bedano

 

 Sigg. Municipali.

 

 Complimenti agli eletti e a coloro che si sono prestati .

 leggendo il resoconto,mi nasce un dubbio. Siete sicuri che tutta la popolazione

 sia daccordo con cio`che avete progettato e finanziato?

 Vedi canale fuori comune. finanziato spero non solo da Bedano.

 domanda. non mi sembra che Arosio e altri enti siano partecipi

 in primis (finanziariamente) a tale apera ?

 Altri Progetti futuri dovranno essere ben ponderati .

 Spese e progetti che non potranno funzionare in futuro

 dovranno spero essere rivisti e ridiscussi onde poter dare            

 sicurezza finanziaria al N/ Comune.

   

     Con stima. Fabio.

Inserito il 15.04.16 08:25
Da Fabio

Egregio signor Toscanelli,

con riferimento allo scritto del 18 gennaio scorso, il Municipio comunica che la posa dell’illuminazione pubblica lungo via alla Gerra è in fase di definizione con le Aziende Industriali della città di Lugano.

In particolare è in valutazione la posa di lampade al LED, sotto il profilo dei costi, della sicurezza stradale e dell’impatto luminoso. In ogni caso nel corso dei prossimi mesi si procederà alla posa dei candelabri stradali.

Con i migliori saluti.

Inserito il 28.01.16 11:28
Da Municipio di Bedano

Lodevole Municipio,

vi domando se è tutt’ora in progetto, e se sì, quando sarà implementata l’illuminazione stradale in via alla Gerra ?

Trovo piuttosto sconveniente, e anche pericoloso, percorrere quale pedone la via senza minima illuminazione durante il buio.

La scarsa illuminazione da inoltre senso di insicurezza ed emarginazione nella zona.

Fiducioso in una vostra presa di posizione a corto termine, saluto cordialmente.

Inserito il 18.01.16 15:31
Da Philippe

Gentile Signora Silietti,

la ringraziamo per la sua segnalazione e le comunichiamo quanto segue:

Il Piano della segnaletica del Comune, che comprende anche la regolamentazione delle aree di parcheggio, è stato approvato dal Dipartimento del territorio nell’anno 2005. Dopo questa data, per quanto riguarda i posteggi pubblici, sono stati introdotti alcuni correttivi dove si è ritenuto necessario.

Per gli stalli presso la zona di svago l’Autorità cantonale non ha ritenuto vi fossero i presupposti per delle limitazioni.

La situazione è comunque monitorata dal Municipio e in caso si dovesse riscontrare un abuso nell’utilizzo dell’area, che non permetta agli utenti della zona di svago di trovare parcheggio, provvederà ad attivarsi nuovamente presso gli uffici cantonali preposti, affinché si ottenga l’autorizzazione alla limitazione nell’uso dei parcheggi.

Parallelamente il Municipio ha avviato con le aziende presenti sul territorio un programma di mobilità aziendale, che si auspica possa concorrere a contenere l’intasamento sulle strade disincentivando l’utilizzo del trasporto privato.

Con i migliori saluti.

Inserito il 22.12.15 11:25
Da Municipio di Bedano

Buongiorno Spettabile Municipio,

mi trovo al parco giochi di Bedano e noto 17 autovetture posteggiate  (la metà con targhe straniere) e di cui i proprietari non si trovano al parco (siamo in tre adulti).

Credo sia opportuno posizionare un cartello per salvaguardare i posteggi e tenerli a disposizione di chi viene al parco così da evitare che vengano usati come posteggio per andare a lavorare ed evitare traffico ulteriore in questa zona residenziale.

 

Ribgrazio per l'attenzione che vorrete dare alla mia richiesta e saluto cordialmente.

Roberta Silietti

Inserito il 09.12.15 14:43
Da Roberta Silietti

Gentili signore, Egregi signori,

Il Municipio coglie l’occasione degli ultimi interventi inerente alla sicurezza stradale per comunicare che la posa della segnaletica (zona 30 km/h), avvenuta lo scorso mese di dicembre, è un primo intervento voluto dal Municipio per migliorare la qualità di vita all’interno dell’abitato e parallelamente rendere le strade più sicure.

Con la definizione degli interventi di riqualifica dello spazio pubblico e i cui progetti si prevede di poterli sottoporre per approvazione al Legislativo comunale la prossima primavera, si auspica di: estendere la “zona 30 km/h” all’intero abitato di Bedano; introdurre nella parte centrale del nucleo il limite a 20 km/h e attuare interventi di moderazione del traffico su tutta la tratta di strada cantonale.

Ricordiamo tuttavia che questi intendimenti devono ottenere l’avvallo del Dipartimento del territorio prima di poter essere realizzati; i progetti sono attualmente al vaglio dell’Autorità cantonale per preavviso.

Cordiali Saluti.

Inserito il 14.10.15 10:34
Da Municipio di Bedano

Lodevole Municipio,

leggo con piacere che il tema "sicurezza stradale" nel nostro comune è stato preso in esame con grande serietà. La mia famiglia ed io siamo arrivati a Bedano (in via Cantonale, all'entrata sud del paese) poco piu' di un anno fa' e abbiamo constatato con nostro dispiacere come questa strada sia pericolosa. La gran parte di auto, autocarri e moto transitano ad una velocita' superiore ai 50 km/h. La sera e la notte penso scambino la strada per una autostrada (visto che parliamo di una lunga tratta di strada rettilineo). Uscire dalle nostre vie laterali ci obbligano a gasare come disperati (così da causare ancor più rumore) per paura che l'auto in transito non ci venga addosso. La fermata del bus rende l'automobilista così nervoso a tal punto che ho assistito ad un sorpasso pericolosissimo all'altezza dello spartitraffico. L'automobilista ha usufruito della carreggiata opposta (al di la' dello spartitraffico) per superare bus e auto. Ho avuto veramente paura, se solo si fosse trovato un pedone sulle strisce pedonali...  Speriamo vivamente che anche qui (non solo nel nucleo) venga fatto qualcosa per migliorare la nostra sicurezza, in primis, e perché no, anche la qualità di vita. Sono mai stati fatti dei controlli su questa tratta??

 

Grazie e cordiali saluti

Patrizia

Inserito il 12.10.15 15:19
Da Patrizia

Egregi signori,

leggo oggi su Ticinonews la notizia che il municipio di Bedano ha chiesto al Cantone di diminuire il limite di velocità a 20 km/h da introdurre all’interno dell’abitato. Non so se nel progetto sarebbe previsto anche l'introduzione del limite sull'ex strada cantonale, in ogni caso porrei anche l’attenzione, se non già elaborato nel piano, di introdurre il limite di 30 km/h anche sulla Via ai Gelsi, almeno sulla parte alta, altrimenti il traffico passerebbe tutto da lì, come d’altronde succede già adesso, visto che risulta più comodo che attraversare il nucleo con il limite attuale di 30 km/h. Inoltre sulla Via ai Gelsi, a logica, dovrebbe anche essere introdotto il senso unico in ascesa, visto il continuo traffico di sali-scendi dei veicoli. Questo per evitare di risolvere il problema, a giusta ragione, nel nucleo ma inevitabilmente di sportare il problema sulle vie laterali.

Vi ringrazio per l'interessamento.

Cordiali saluti.

Inserito il 12.10.15 13:46
Da Mauro

Risposta al Signor Stefano:

 

Egregio Signor Stefano,

 

Comunichiamo che lungo il tratto autostradale tra lo svincolo di Lugano nord e il portale sud della Galleria del Monte Ceneri è in corso il progetto di manutenzione globale denominato “N2 EP 15 Lugano-Rivera”; questo consiste nell’elaborazione di un progetto per le misure di risanamento fonico, che saranno pubblicate nel corso dell’anno.

 

Si ricorda che nell’anno 2013 la tratta autostradale Lugano nord-Taverne ha beneficiato della sostituzione della pavimentazione con miscela fonoassorbente, intervento che già ha ridotto le emissione foniche prodotte dalla N2.

 

Anche il trasporto pubblico nel corso dei prossimi anni sarà potenziato e questo grazie ai lavori promossi dalla Commissione “Vedeggio Valley”, e che sono state riprese dal programma d’agglomerato di seconda generazione.

 

È chiaro che gli investimenti proposti saranno eseguiti a tappe e in funzione delle possibilità finanziarie, opere che sono d’interesse per l’intero agglomerato e non finalizzare unicamente alla risoluzione del singolo problema locale.

 

Cordiali saluti.

Inserito il 17.03.15 17:20
Da Municipio di Bedano

Buongiorno,

 

volevo chiedere alcune informazioni.

 

È prevista la posa di parete acustiche in zona Taverne autostrada/ferrovia per alleviare il rumore delle auto e dei treni? A mio avviso trattasi di un intervento indispensabile.

 

Inoltre, con il nuovo piano viario del Luganese, è previsto il rafforzamento dei mezzi pubblici nel Comune? Trovo che siamo poco serviti e che bisognerebbe intensificare notevomente l'offerta, specialmente se il Comune di Bedano partecipa finanziariamente (inutile spendere soldi e avere un servizio che ad oggi non c'è).

 

Grazie.

Inserito il 18.02.15 12:08
Da Stefano

Risposta al Signor Marco:

 

Egregio Signor Marco,

 

Il Municipio informa che la recente posa della segnaletica (zona 30 km/h), è un primo intervento voluto dal Municipio per migliorare la qualità di vita all’interno dell’abitato e parallelamente rendere le strade più sicure.

 

Con la definizione degli interventi di riqualifica dello spazio pubblico e i cui progetti si prevede di poterli sottoporre per approvazione al Legislativo comunale la prossima primavera, si auspica di poter estendere la “zona 30 km/h” dall’entrata sud dell’abitato di Bedano, sino alla casa per anziani.

 

Ricordiamo che l’introduzione del limite di velocità a 30 km/h deve essere autorizzato dal Dipartimento del territorio per il tramite di una perizia e con il supporto sui rilevamenti delle velocità di percorrenza: una delle condizioni è il rispetto della V85 (velocità media dell’85% dei veicoli in transito), che non può superare la velocità di 30 km/h, ciò che non è il caso attualmente per il tratto di strada da lei segnalato.

 

Con i migliori saluti

 

Inserito il 23.12.14 16:34
Da Municipio di Bedano

Lodevole Municipio,

mi fa piacere vedere che finalmente è stato posato il limite dei 30 km/h. Tuttavia mi chiedo, non si poteva prolungare il limite fin dopo la casa anziani? 

Grazie e buone feste.

Marco.

Inserito il 21.12.14 19:54
Da Marco

Risposta al Signor Stefano:

 

Egregio Signor Stefano,

in risposta al suo scritto facciamo riferimento al comunicato stampa della Commissione regionale dei trasporti del Luganese dell’8 maggio 2014:


Svincolo A2 di Sigirino – Studio sugli effetti dell’apertura al traffico ordinario

Nell’ottobre del 2013, sotto la conduzione della Commissione regionale dei trasporti del Luganese (CRTL), è stata istituita una Delegazione delle Autorità (DA) che ha assegnato i mandati per uno studio di valutazione degli effetti dell’apertura al traffico ordinario dello svincolo provvisorio per il cantiere AlpTransit (ATG) all’orizzonte 2020. La DA è composta dai rappresentanti della commissione regionale dei trasporti, del Dipartimento del territorio e dei comuni aderenti alla commissione “VedeggioValley”, tra cui anche Bedano.


Dai lavori sinora svolti dagli specialisti sembra emergere che l’apertura dello svicolo al traffico ordinario potrebbe avere effetti positivi sia sulla rete delle strade nazionali (sgravio degli svincoli di Rivera e Lugano-nord), oltre che determinare una diminuzione del traffico sulla strada cantonale che collega fra di loro gli abitati della Valle del Vedeggio.


Il prossimo passo operativo sarà quello di coinvolgere nei lavori l’Ufficio delle strade nazionali USTRA per poter condividere anche con il proprietario delle infrastrutture le risultanze dei lavori e decidere sugli ulteriori passi operativi.”

 

Per quanto riguarda la fermata ferroviaria a Bedano, anche in questo contesto si stanno approfondendo gli studi sulla fattibilità della nuova offerta sul trasporto pubblico, con l’obiettivo primario di garantire anche dopo l’apertura di AlpTransit il mantenimento della linea ferroviaria del Monte Ceneri.

 

Con i migliori saluti.

 

Il Municipio

Inserito il 28.08.14 11:15
Da Municipio di Bedano

Egregi Signori,

 

avrei una domanda da porre. Ho letto nei vari post passati della possibilità di valutare quale uscita autostradale l'uscita Alptransit di Sigirino inoltre ho letto anche che vi era l'intenzione già diverso tempo fa di creare una fermata ferroviaria a Bedano. Ritengo che per la mobilità del paese entrambi gli interventi siano indispensabili, volevo sapere a che punto sono i due progetti?

 

Saluti

 

Stefano

Inserito il 21.08.14 18:28
Da Stefano

Risposta al Signor Wernli:

Egregio signor Wernli,

per quanto riguarda le considerazioni inerenti alla tassa acqua potabile, la rimandiamo a quanto già indicato in precedenza.

Per quanto riguarda la tassa sui cani la informiamo che il Gran Consiglio, attraverso una modifica della Legge cantonale sui cani, ha attribuito la competenza di riscuotere la tassa annuale ai Comuni.

Le tasse, compresa quella sui cani, soggiacciono in modo rigoroso al principio della copertura dei costi. L’importo della tassa sui cani deve comprendere pure la quota parte di fr. 25.00 che il Comune, in base all’art. 4 cpv. 3 della Legge sui cani, deve riversare al Cantone.

Ogni Comune può pertanto valutare l’ammontare della tassa in base ai costi generati dalle prestazioni, con particolare riferimento: alla pulizia del territorio; alla vigilanza sulla popolazione canina; al controllo della sicurezza; agli investimenti legati al servizio; agli oneri amministrativi; ecc.

Il Municipio ha deciso quindi, tramite specifica ordinanza pubblicata e che non è stata oggetto di contestazione, di stabilire la tassa in fr. 100 annui e questo a copertura dei costi per il servizio.

Con i migliori saluti.

Inserito il 01.07.14 12:04
Da Municipio di Bedano

Cari signori

 

In riferimento all'acqua potabile ed il suo costo, mi pare assai strano che Bedano in tutto sia più caro rispetto ad altri comuni, sono d'accordo la scusa degli investimenti, ma come mai siamo sempre più cari?

Più cari anche da comuni con meno acqua...

L'ultima è la tassa sui cani...siamo passati da Fr 50 a Fr 100 per cane, 100% in più e in aggiunta oltre a dover pagare Fr 80 per impiantare un microchip ( dal veterinario ), bisogna pagarne anche una tassa di Fr 25 per tale oggetto ..

Altri comuni,  fanno pagare solo Fr 75.- compreso il microchip...

 

Di fatto non sono contrario ad una tassa ma semplicemente aumentare la tassa in questo modo è sproporzionato e ingiusto verso i detentori di animali.

Spero solo che questo aumento non faccia pensare ad alcuni proprietari di dover disfarsene dei cani...per poter risparmiare...mi vengono già i brividi solo a pensare.

 

Spero solo che di questi soldi se ne faccia  buon uso.

Saluti

 

Patrick Wernli

Inserito il 27.06.14 23:41
Da Patrick Wernli

Risposta al Signor Stefano:

 

Il Municipio coglie l’occasione del contributo scritto per informare l’utenza sul sistema di calcolo per determinare le tasse causali inerenti ai servizi di base che il Comune eroga.

 

La tassa per la fornitura di acqua potabile è prelevata secondo il consumo registrato dall’apposito contatore installato presso ogni edificio, mentre la tassa base serve generalmente a coprire le spese di manutenzione, ammortamento e sorveglianza degli impianti indipendentemente dall’uso che l’utente ne fa.


Le tasse devono essere stabilite in modo da garantire l’autofinanziamento del servizio e quindi non è applicabile il criterio della socialità nella determinazione delle stesse. Pertanto, come ripetutamente sentenziato dai tribunali, la “tassa acqua potabile” è una tassa di utilizzazione, ossia un compenso particolare imposto al privato per una prestazione per un servizio pubblico; questa poggia su di una legge in senso formale e più precisamente il regolamento comunale per l’erogazione dell’acqua potabile.

 

Il Comune di Bedano, nell’ultimo decennio, è stato confrontato ad importanti investimenti per offrire alla popolazione acqua a sufficienza e di qualità, ciò che ha comportato la realizzazione della stazione di pompaggio in collaborazione con il Comune di Lamone e la costruzione di un nuovo bacino in zona “Bedo”, opere che vanno ad aggiungersi alla regolare sostituzione delle condotte di distribuzione ed ai lavori di manutenzione ed esercizio, costi che devono essere ammortizzati.

 

Si ricorda che lo scorso anno il costo al m2 di acqua per le economie domestiche è stato ridotto da fr. 1.60 a fr. 1.40. A titolo informativo si rammenta pure che il grado di copertura del centro di costo, sulla base dei dati consuntivi dell’anno 2013, evidenzia un grado di copertura del 93%, ciò che rileva una corretta imposizione.

 

Con i migliori saluti.

Inserito il 10.06.14 11:50
Da Municipio di Bedano

Buongiorno,

 

inanzitutto voglio complimentarmi per la bella idea di avere un blog aperto ai cittadini.

 

In tal senso ne approfitto per porvi una domanda/lamentela. Noi cittadini di Bedano per l'acqua potabile paghiamo un prezzo di 1,40 franchi per 1000 litri, da mia ricerca ho appurato che siamo uno dei comuni più cari da questo punto di vista. La maggior parte dei comuni non raggiunge nemmeno 1 franco per la medesima quantità. Posso capire una differenza del 10% (massimo del 20%) ma confrontati a certi comuni (quella meno cari) ci troviamo al 300% e siamo mediamente più cari del 40% rispetto ad altri comuni. Penso che bisogna limare un po' tale costo ed abbassarlo a massimo 1 franco (che sarebbe comune sopra la media). Sicuramente con le dovute accortezze si può arrivare a un costo più idoneo.

 

grazie.

Inserito il 03.06.14 19:10
Da Stefano

Volevo semplicemente ringraziare per il regalo natalizio: GRAZIE per i paletti posati ad inizio settimana davanti alla fermata dell'autopostale in via Mara.

Sicura che ciò è un primo segnale nell'ambito del progetto mobilità scolastica che mira a migliorare tra l'altro la sicurezza del tragitto casa-scuola.

 

Cordiali saluti e buone feste

Francesca Soldini Wohlgemuth

Inserito il 20.12.13 18:09
Da Francesca Soldini Wohlgemuth

Risposta a Grassi Maurizio:

Egregio signor Grassi,

il Municipio di Bedano le comunica di non essere contrario a questo tipo di iniziative, ma sinora ha preferito praticare un aiuto mirato all'uso dei mezzi pubblici, segnatamente in favore dei giovani e delle persone meno abbienti, come disposto dallo specifico Regolamento. Sono inoltre a disposizione le Carte giornaliere per i Comuni acquistate dalle FFS.

Il Municipio si sta pure impegnando affinché l'offerta di trasporto pubblico possa essere sensibilmente migliorata a favore della popolazione di Bedano e della Valle in generale, azione che si sta concretizzando nell'ambito dei lavori della Commissione "Vedeggio Valley".  Parimenti il Municipio sta definendo alcuni progetti di mobilità e di riqualifica stradale all'interno del comprensorio comunale.

Pertanto anche il Comune di Bedano impiega importanti risorse a favore della mobilità pubblica in generale, sebbene possano essere azioni diverse da quelle da lei auspicate, ma non per questo meno efficaci.

La informiamo che nell'ambito dell'allestimento dei conti preventivi per l'anno 2014 l'Esecutivo comunale valuterà nuovamente se vi saranno margini per un'ulteriore azione di promovimento del trasporto pubblico. In ogni caso, come Consigliere comunale, lei dispone degli strumenti necessari per far condividere dal consesso Legislativo la sua volontà.

Ringraziandola per l'attenzione, cordialmente la salutiamo.

Inserito il 20.08.13 10:44
Da Municipio di Bedano
Buongiorno, Noto con delusione che anche quest'anno il Municipio non ha aderito all'azione ozone dell''abonamento arcobaleno. Bedano è oramai l'unico comune della zona a non aderire e tra i pochi del Luganese. L'adesione a questa iniziativa, che tra parentesi trova ogni anno maggiore successo, non comporterebbe sicuramente un grosso esborso, ma contribuirebbe a dare ai Bedanesi l'opportunità di provare a basso costo i trasporti pubblici e, chissà , a passare a questa solizzione di mobilità sostenibile anche per il resto dell'anno. Ritengo che la situazione dei trasporti e quella climatica generale richiedano che l'ente pubblico faccia tutti gli sforzi necessari per provare a modificare la mentalità auto-dipendente deid ticinesi, nulla va lasciato intentato. Il cantone e vari (la maggioranza) dei comuni ha capito questo, non è ora che a anche Bedano ci rifletta? Cordialmente
Inserito il 20.07.13 16:16
Da Maurizio Grassi

Risposta a Rigozzi Gerardo:

Egregio signor Rigozzi,

con riferimento alla sua richiesta, il Municipio comunica quanto segue:

Secondo quanto risolto dal Municipio la scorsa legislatura e riconfermato durante il corrente quadriennio, gli atti inerenti alle attività del Legislativo sono pubblicati quando agli stessi è stata data risposta.

L'interrogazione da lei presentata durante la seduta del Consiglio comunale del 17 dicembre scorso sarà trattata entro breve dal Municipio e quindi otterrà una risposta personale scritta.

Per quanto riguarda la mozione riguardante lo sbocco stradale di via Cantonale su via Danàs in territorio di Gravesano, le ricordiamo che questa è stata demandata alla Commissione dell'edilizia per esame. Nei termini dell'art. 67 cpv. 2 LOC il Municipio allestirà un preavviso scritto all'indirizzo della Commissione edilizia, sottolineando l'irricevibilità dell'atto da lei presentato. Infatti la sua proposta non riguarda un aspetto di competenza del Consiglio comunale.

Inoltre cogliamo l'occasione per informarla, unitamente agli internauti, che lo scorso 28 febbraio il Dipartimento del territorio ha presentato al Municipio il progetto definitivo per la realizzazione della rotatoria stradale all'incrocio tra via Danàs e via Cantonale in territorio di Gravesano, documento attualmente all'esame del Municipio. La informiamo pure che l'Esecutivo comunale ha recentemente deliberato all'arch. Lorenzo Custer la progettazione di massima degli interventi di riqualifica e moderazione della via Cantonale, sulla base del concetto di sviluppo presentato la scorsa legislatura.

Con i migliori saluti.

Inserito il 12.03.13 11:45
Da Municipio di Bedano
Egregi signori Municipali
Durante l'ultimo Consiglio comunale ho inoltrato un'interrogazione scritta sul problema della moderazione di via cantonale e una mozione sullo sbocco di via  Danas. Vedo che purtroppo i due atti non sono stati riportati nel sito web di Bedano.

Chiedo cortesemente di farlo subito e di allegare i due testi alla presente comunicazione in blog.
Chiedo inoltre una risposta ai miei  atti inoltrati.
Grazie e cordiali saluti
Gerardo Rigozzi
Inserito il 02.03.13 10:03
Da Gerardo Rigozzi

Risposta a Tabacchi Giampiero:

Egregio signor Tabacchi,

in risposta al suo scritto la invitiamo a prendere atto dello scritto sottoesposto in risposta al signor Ammon.

Con i migliori saluti.

Inserito il 26.02.13 14:28
Da Municipio di Bedano

Risposta a Ammon Federico:

Egregio signor Ammon,

In risposta alle sue sollecitazioni, la informiamo che presso il fondo no. 636 RFD, Bedano, l'Azienda Elettrica Ticinese ha provveduto a tagliare le piante che potevano essere di pericolo per la linea elettrica aerea. Il Municipio ha recentemente sollecitato l'azienda a voler provvedere alla totale pulizia e sistemazione del sedime.

Per quanto riguarda le emissioni foniche causate dall'autostrada e dalla ferrovia, le ricordiamo che negli ultimi anni le rispettive aziende di riferimento hanno adottato una serie di adeguamenti delle infrastrutture, quali le pavimentazioni fonoassorbenti e la progressiva sostituzione del materiale rotabile. Sono pure allo studio progetti per la posa di ripari fonici.

Con i migliori saluti.

Inserito il 26.02.13 14:25
Da Municipio di Bedano

Risposta a Mismirigo Francesco:

Egregio signor Mismirigo,

con riferimento al suo scritto, il Municipio comunica quanto segue:

In primo luogo, come da lei indicato, si rammenta che Bedano non ha facoltà di intervenire sul territorio giurisdizionale di altri Enti comunali.

Per quanto riguarda i disagi segnalati lungo la via Danàs di Gravesano, si rammenta che a suo tempo il Comune di Bedano si era opposto alle domande di costruzione per la realizzazione dei centri commerciali perché prevedeva quanto si è verificato in termini di traffico e disagi, ma le preoccupazione esposte sono state rigettate dal Comune di Gravsano. Il Municipio era ed è dell'opinione che si dovesse studiare un'uscita che confluisse direttamente nella prevista rotatoria stradale, la cui progettazione è già stata eseguita dal Dipartimento del territorio da alcuni anni.

Considerato che non si è riusciti a trovare un accordo tra il Cantone e i Comuni di Bedano e Gravesano sul finanziamento dell'opera, preventivata in oltre 1 mio, il Municipio per il tramite della Commissione Vedeggio Valley è riuscita a far inserire l'opera nel Programma d'agglomerato del Luganese, proposta accolta dalla Commissione Regionale dei Trasporti e dall'Autorità cantonale. Il progetto è ora in attesa dell'approvazione della Confederazione; oggi è difficile ipotizzare se e in quali tempi la rotonda stradale possa essere realizzata.

Sulla questione viaria generale di Bedano, non può essere affermato che i rappresentanti politici non si preoccupino e non agiscano a tutela degli utenti della strada, le ricordiamo che nell'ultimo decennio sono stati spesi importanti risorse per le opere di moderazione del traffico all'interno dell'abitato (Via Cantonale, Via Bellavista, Via S. Rocco e Via Campo Sportivo) e per le aree di sosta a favore degli utenti dei mezzi pubblici. Lo scorso anno è stato pure commissionato uno studio per sviluppare un concetto di riqualifica stradale e di arredo urbano, così da ulteriormente migliorare la situazione. Lo studio comprende pure il miglioramento dell'accesso alla stazione ferroviaria di Taverne, ma anche le prospettata realizzazione di una nuova stazione su rotaia "TILO" in territorio di Bedano.

Con i migliori saluti.

Inserito il 26.02.13 14:23
Da Municipio di Bedano

Concerne: scarpata Via alla Gerra verso il fiume Vedeggio

Lodevole Municipio,

Poiché i lavori di abbattimento indiscriminato delle piante sulla scarpata in oggetto da parte di A.E.T. sembrano sospesi e pure l'azienda forestale non ha più raccolto il legname, mi permetto di chiedere delucidazioni se il tutto era a norma e se il Municipio era a conoscenza di quanto stava succedendo prima della messa in opera dell'abbattimento. Dopo il disboscamento lato autostrada per motivi di "sicurezza", inseguito quello per l'arginatura del fiume Vedeggio ed ora per "eventuali rischi" alla linea elettrica della A.E.T., è venuto a meno sia il riparo fonico che ambientale che forniva la vegetazione. Si rasenta lo squallore con l'autostrada che passa in mezzo all'abitato. Inoltre se sono previste delle sistemazione per ovviare alla situazione che si è venuta a creare.

Grazie per l'attenzione.

Cordiali saluti.

Inserito il 18.02.13 19:00
Da Tabacchi Giampiero

Lodevole municipio,

mi sono accoeto che ultimamente sono state tagliate tutte le piante e gli arbusti in zona via al fiume e il greto del fiume vedeggio.

Queste fiante fungevano da filtro contro l'inquinamento fonico ed ambientale della stostante autostrada e ferrovia.

Mi sembra che i lavori siano attualmente interrotti ed il materiale tagliato abbandonati sul posto,

vi chiedo se sono previsti degli interrventi di ripristino ed abbellimento prima che la sudetta area diventi una discarica abbusiva.


In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti.

Inserito il 07.02.13 19:54
Da Federico Ammon
Egregio Signor Sindaco, mi riferisco ai miei numerosi scritti inoltrati al Comune da oltre 2 anni in merito ai disagi e alla mancanza di sicurezza in Via Danas all'altezza della Lidl. Oggi ho ricevuto "Bedano Informa" e ringrazio. Ma non ho trovato nulla in merito alle auspicate soluzioni per mettere in sicurezza l'uscita da Bedano sulla cantonale Lamone-Manno. Come sappiamo Gravesano ha per sua scelta permesso la costruzione di 3 centri commerciali, generatori di inutile traffico, che danno su Via Danas, una via di Gravesano risalente agli anni 60 ma il cui traffico interessa solo e unicamente Bedano, i cui cittadini ne subiscono tutti i giorni i disagi in fatto di sicurezza e perdita di tempo. Nello stesso punto convergono i TIR delle ZI di Bedano e Lamone e i relativi lavoratori, e fra poco anche i TIR del centro logistico di cui Bedano ha permesso la costruzione in fondo a Via Industrie. La mia domanda è sempre la stessa: quando vedremo la costruzione di una rotonda o di una vera sistemazione viaria che faciliti gli spostamenti dei cittadini di Bedano, siano essi in auto che in bus, e non solo gli interessi di Gravesano? In questi anni mi sembra di aver assistito ad un continuo ottocentesco scarica barile fra Bedano, Gravesano e il Cantone. Intanto il traffico aumenta, la pericolosità pure. Infine, quando ci sarà un marciapiede o una pista ciclabile al posto della melma e delle auto di lavoratori (mal)posteggiate lungo Via Danas? Lo so… non è sedime di Bedano, ma allora vogliamo continuare così ad aeternam? Oggi come oggi è impossibile raggiungere comodamente una stazione FFS a piedi da Bedano: lato Taverne mi si dice che la strada fa confine e non la si può sistemare, lato Lamone vedi sopra… E osare circolare a piedi o in bicicletta alla sera o in caso di pioggia su questi due tratti è estremamente pericoloso. Voglio poter credere che almeno durante questa legislatura le cose possano cambiare, o almeno migliorare nel nome della sicurezza. Al cittadino il Comune chiede parecchio, a volte si vorrebbe anche maggiore reciprocità. E' vero che le casse piangono: è un buon motivo per ignorare la sicurezza sulla strada? La ringrazio per la sempre cortese attenzione e la saluto molto cordialmente
Inserito il 05.02.13 22:48
Da Francesco Mismirigo

Risposta a Rigozzi Gerardo:

Egregio signor Rigozzi,

le comunichiamo che il servizio di polizia intercomunale, attivo a Bedano dallo scorso mese di aprile, ha portato ad un sensibile miglioramento della sicurezza nel Comune.

Il Municipio la informa che il concetto di sicurezza è coordinato a livello cantonale; da qui seguono gli interventi a livello locale per il tramite delle diverse forze di sicurezza presenti sul territorio.

Per quanto riguarda il nostro Comune, con l'adesione al Corpo di polizia del Medio Vedeggio, è stato possibile effettuare svariati controlli della velocità, attuare arresti, controllare gli esercizi pubblici e svolgere ronde di controllo preventive (in media 35 ronde settimanali) e questo per citare alcuni esempi.

L'Esecutivo invita la popolazione a segnalare alle forze di polizia ogni comportamento sospetto, affinché gli agenti possano essere agevolati nel loro compito. Le forze dell'ordine possono essere raggiunte telefonicamente presso il Comando della polizia intercomunale con sede a Lamone al no. tel. 091 960 20 40 (dalle ore 08.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00 durante i giorni feriali), oppure digitando il no. tel. 117.

Con i migliori saluti.

Inserito il 10.01.13 17:04
Da Municipio di Bedano

Risposta a Rigozzi Gerardo:

Egregio signor Rigozzi,

con riferimento alle sue considerazioni, il Municipio di Bedano le comunica che non ha rilasciato dichiarazioni o comunicati agli organi di stampa inerenti alla seduta dello scorso 17 dicembre.

L'articolo pubblicato "Crisi e investimenti: Bedano e Monteggio alzano l'imposta" è stato redatto in modo indipendente dal giornalista e si presume sulla base dei documenti pubblicati sul portale comunale. In ogni caso il giornalista ha indicato tre elementi principali che hanno comportato la decisione di aumentare la pressione fiscale del Comune: la crisi economica; il travaso di oneri dal Cantone e gli oneri per investimenti; elementi che corrispondono alla situazione effettiva.

Gli investimenti affrontati, ritenuti necessari e inderogabili, comportano dei gravami non solo per quanto riguarda gli interessi passivi, ma anche per i costi d'ammortamento e per le spese di gestione e di manutenzione.

Il Municipio tiene a puntualizzare che opera con estrema attenzione sul fronte delle spese e gli sforzi in questa direzione sono costanti.

In conclusione possiamo unicamente asserire che sarà il futuro, con le verifiche attraverso la presentazione dei conti consuntivi annuali, a dimostrare se le scelte democraticamente adottate dal Consiglio comunale siano state quelle giuste.

Con i migliori saluti.

Inserito il 10.01.13 16:23
Da Municipio di Bedano

Al dicastero sicurezza del Comune

Nel nostro Comune dobbiamo constatare purtroppo un incremento di furti nelle case private. Ciò genera parecchio malcontento e paure nella cittadinanza.

Da aprile abbiamo un servizio di polizia regionale, per la quale il nostro Comune partecipa in modo sensibile alle spese. In quest'ottica, vi invito a chiedere alla polizia di effettuare più ronde giornaliere e notturne non solo sulla Via Cantonale, ma anche sulle vie lateriali e all'interno dell'abitato. Spesso sulle strade laterali si vedono furgoni e macchine in sosta, a fari spento nelle ore serali, con dentro delle persone. La polizia dovrebbe rilevare questi movimenti ed effettuare gli accertamenti del caso.

Insomma una maggiore presenza della polizia sul territorio e non solo negli uffici potrebbe costituire una valida operazione di deterrenza.

Grazie e cordiali saluti

Gerardo Rigozzi

Inserito il 24.12.12 09:50
Da Gerardo Rigozzi

Egregi Signori,

ho letto sul "Corriere" del 19 dicembre 2012 che l'aumento del moltiplicatore di Bedano da 82,5 a 87 è dovuto da una parte al travaso di oneri dal Cantone e dall'altra alle spese per gli investimenti affrontati durante gli ultimi anni. Questa comunicazione (non so da chi data) nasconde il vero problema del Comune di Bedano che ha visto diminuire di ben fr. 400'000 le entrate dalle persone giuridiche in seguito alla crisi economica. Questa cifra aggiunta ai fr. 90'000 di travasi dal Cantone portano a un minor gettito dell'11-12%. Gli investimenti effettuati nelle due precedenti legislature - peraltro necessari per far fronte al ritardo infrastrutturale accumulato in passato - incidono per il momento in minima parte, essendo i tassi di interesse molto bassi. Va anche detto che l'attuale Amministrazione ha previsto ancora 2 milioni di investimenti (strade secondarie e ristrutturazione sala multiuso) per il 2013.

Aggiungo inoltre che sono stato l'unico ad oppormi all'aumento del moltiplicatore oltre l'85%, per il semplice fatto che l'amministrazione comunale (in ciò sostenuta dal Consiglio comunale), per far fronte alla delicata situazione finanziaria ha operato soltanto sulle entrate dei cittadini, anziché prendere in seria considerazione alcune misure doverose di risparmio e di riduzione delle spese proposte dalla Commissione della gestione, ivi comprese le gratifiche per il personale. Un po' di coerenza ci voleva secondo il parametro della simmetria dei sacrifici: ovvero un aumento contenuto delle entrate e un piano di risparmio credibile e sensato. Tutto ciò è venuto a mancare e non mi trova per niente consenziente

Fino a che punto il Comune di Bedano potrà continuare con questa politica?

Cordiali saluti

Gerardo Rigozzi

Inserito il 19.12.12 18:34
Da Rigozzi Gerardo

Gentili Signore,

Egregi Signori,

ci vediamo dispiaciuti, ma il servizio di pattugliatori, per assenza di persone disponibili non è stato possibile organizzarlo.

Il Municipio

Inserito il 14.11.12 14:58
Da Municipio di Bedano

Risposta a Soldini Wohlgemuth Francesca:

Gentile signora Soldini Wohlgemuth,

il Municipio di Bedano, con riferimento alle sue domande, le comunica quanto segue:

  1. Il progetto definitivo per l'edificazione della 3° sezione di scuola dell'infanzia è stato realizzato durante la scorsa legislatura con l'obiettivo principale di anticipare il lungo iter decisionale. Prima di eventualmente sottoporre al Consiglio comunale la richiesta di credito e d'approvazione dell'opera, l'Esecutivo attende comunque che le previsioni sul numero di allievi giustifichino l'investimento.

  2. La via Cantonale, in prossimità dell'incrocio con via Mara, è di proprietà del Cantone e non sono previste opere di moderazione del traffico. Il Municipio valuterà comunque con l'Autorità cantonale l'eventuale posa di arredi urbani, che possano aumentare la sicurezza degli utenti in attesa dell'autopostale.

  3. La via Campo Sportivo è una strada soggetta a opere di moderazione del traffico secondo quanto previsto dal Piano regolatore. Recentemente, nella parte rinnovata e in prossimità della zona di svago, sono stati posati degli arredi urbani per ridurre la velocità di transito. Per quanto riguarda il ripristino della riga gialla lungo la carreggiata, questo non è più possibile. L'Ufficio cantonale preposto, nell'ambito dell'approvazione del nuovo piano comunale della segnaletica, ha ordinato la rimozione della demarcazione con riga gialla, che non rispettava le disposizioni in materia.

Auspicando di aver risposto alle sue attese, l'Esecutivo comunale coglie l'occasione per cordialmente salutarla.

Inserito il 26.09.12 16:30
Da Municipio di Bedano
Lodevole Municipio Con la riapertura delle scuole, ritornano le domande di noi genitori riguardanti questo importante ambito. Mi permetto quindi di comunicarvele: 1) A che punto è la costituzione di una terza sezione della scuola dell'infanzia, in vista anche dell'entrata in vigore di Harmos 2) Vorrei sapere se è prevista una moderazione del traffico nei pressi della fermata dell'autopostale in via Mara, come per esempio una cunetta nei pressi del passaggio pedonale o della fermata, dei paletti per proteggere i bambini in attesa alla fermata,... 3) In via Campo Sportivo è previsto di ripristinare la linea gialla al bordo della strada che fungeva da marciapiede? Grazie per la vostra attenzione e attendo la vostra presa di posizione. Francesca Soldini Wohlgemuth
Inserito il 20.09.12 22:15
Da Francesca Soldini Wohlgemuth

Risposta a Spinedi Schöpf Simona:

 

Gentile Signora Spinedi Schöpf,

la ringraziamo per i suoi apprezzamenti e le comunichiamo che il Municipio è ben disposto a coordinare l'organizzazione del servizio pattugliatori, se dovessero esserci dei volontari che si annunceranno.

Cordiali saluti.

Inserito il 21.08.12 15:31
Da Municipio di Bedano

Onorevoli Municipali,

anch'io volevo esprimere la mia soddisfazione per il gesto "sociale" che il Municipio ha fatto introducedo un aiuto economico per "Lingue & Sport". Inoltre, visto il buon vento che tira e l'avvicinarsi della riapertura delle scuole, rilancio un tema che é già stato affrontato nel passato; quello dei pattugliatori. Non sarebbe possibile introdurre delle figure professionali (o non) che negli orari della posta degli scolari, aiutino i ragazzi ad attraversare la strada? Considerando che su tutta la tratta di strada cantonale che attraversa il paese ora c'é solo un passaggio pedonale (attualemente cancellato per metà), potrebbe essere un reale miglioramento. 

Cordiale saluti

Simona Spinedi Schöpf 

Inserito il 07.08.12 16:29
Da Simona Spinedi Schöpf
Venti nuovi a Bedano...
Volevo semplicemente ringraziare il municipio per la piacevole sorpresa che i genitori dei partecipanti ai Corsi Lingue e Sport hanno ricevuto oggi!
Grazie

Inserito il 03.07.12 20:12
Da Cristina Barrella

Egregi Signori, ho ricevuto oggi la lettera per il contributo ai partecipanti dei corsi Lingue e Sport, volevo ringraziare il Municipio per tale decisione.

Cordiali saluti

G. Donizetti

Inserito il 03.07.12 15:46
Da Gisella Donizetti

Risposta a Ramoni Claudio:

Egregio signor Ramoni,

la ringraziamo per la sua segnalazione e le comunichiamo che i lavori di ripristino della segnaletica orizzontale del passaggio pedonale saranno avviati entro la fine del corrente mese per il tramite delle Aziende Industriali di Lugano, che sono intervenute sulla carreggiata per la posa delle condotte del gas.

Con i migliori saluti.

Inserito il 19.06.12 14:39
Da Municipio di Bedano

Risposta a Borzone Marco:

Egregio signor Borzone,

il Municipio di Bedano comunica quanto segue:

Il tratto di via Cantonale in prossimità della casa per anziani è stato oggetto di interventi di moderazione del traffico nel corso degli ultimi anni; questo ha permesso di ridurre le percorrenze e le velocità di transito. Parallelamente sono state create delle aree di sosta per gli utenti dei mezzi di trasporto pubblici.

Per ulteriormente migliorare la situazione viaria e rendere ancor più sicura e vivibile la strada, nonché per introdurre il limite di velocità a 30 km/h, lo scorso anno il Municipio ha fatto allestire da uno specialista un concetto di riqualifica e arredo dello spazio stradale, progetto presentato alla popolazione lo scorso inverno. Parallelamente si stanno sviluppando i progetti per l'ampliamento della casa per anziani e per la realizzazione di un nuovo posteggio di servizio alla struttura, che daranno l'opportunità di intervenire anche sul tratto di strada in prossimità della struttura pubblica.

Va comunque fatto notare che ogni intervento limitativo può essere efficace se rispettato; la responsabilità in primis è del conducente, che deve adattare la velocità alle condizioni della strada e del luogo in cui circola.

Le facciamo comunque notare che con l'adesione al corpo di polizia del Medio Vedeggio, mensilmente anche sul nostro territorio vengono effettuati controlli della velocità, quindi gli interventi non sono limitati alla sensibilizzazione, ma anche alla repressione dei comportamenti scorretti.

Con i migliori saluti.

Inserito il 19.06.12 14:36
Da Municipio di Bedano
Egregi signori, sono al corrente che da parte del responsabile della Polizia vi è già stato un intervento per sollecitare il ripristino del passaggio pedonale sito in via Cantonale all'altezza dei civici 4/6/8. Purtroppo i lavori di ristabilimento non sono ancora stati eseguiti, vogliate prenderne dovuta nota e nel caso sollecitare l'esecucuzione a chi di dovere.
Inserito il 15.06.12 06:56
Da Claudio Ramoni

Siamo stati fortunati , ieri sera 13.06.12 ancora un incidente che sarebbe stato tragico se fosse capitato verso le 13:30 o alla mattina quando i nostri figli aspettano la posta per recarsi a scuola , ci sono sempre 5/6 bambini con mamme e papà .Ieri sera  una macchina ha falciato tutti i paletti fino alla  panchina e si é fermata 80m piu avanti .

Vi chiedo  , cosa dobbiamo aspettare ancora , gravesano ha i controlli radar 2 - 3 volte al mese e sicuramente incassano e fanno prevenzione ( cosi dicono) , io non ho mai visto nulla a bedano , si continua a rispondere a queste richieste  con scuse e esempi che trovano il tempo che trovano ma senza impegnarsi seriamente , andiamo avanti cosi , e speriamo che ci vada bene .

Inserito il 14.06.12 14:56
Da B.Marco

Risposta a Fraschina Cristina:

Risoluzione del Consiglio Comunale di Bedano, all'intenzione degli organi di stampa

Il Consiglio Comunale di Bedano, riunitosi il 26 marzo 2012, ha preso atto dell'intervista rilasciata nell'edizione del 20 marzo 2012 del "Corriere del Ticino" dal direttore generale della Swiss Sporting Center (SISC), società promotrice del progetto di Centro polisportivo di Bedano.

In particolare, i sottoscritti consiglieri comunali esprimono il loro sdegno per i gratuiti e arbitrari attacchi espressi nei riguardi del Municipio di Bedano e del suo Sindaco, nonché il loro stupore per come il signor Paolo Pomponi abbia la presunzione di interpretare le intenzioni e la volontà del Consiglio Comunale con frasi oltraggiose al riguardo delle istituzioni comunali, del tipo:

"totale mancanza di fiducia del Consiglio comunale nei confronti del Municipio e in particolare del Sindaco";

"è una vittoria politica di alcuni ma una sconfitta per la popolazione di Bedano".

La risposta a queste insinuazioni è contenuta nei rapporti commissionali resi pubblici e nelle decisioni prese dal Consiglio comunale al riguardo della Variante di PR.

La presente Risoluzione è stata sottoscritta dai consiglieri comunali di tutte le formazioni partitiche.

Il Consiglio Comunale di Bedano

Inserito il 27.03.12 14:55
Da Municipio di Bedano

Leggo oggi, 20 marzo 2012, sul CdT che le commissioni hanno consigliato di non approvare il progetto del centro sportivo. Mi  sorprende la reazione dei promotori che attaccano il sindaco e il municipio. Non penso proprio che non si abbia fiducia nel muinicipio, ma come cittadino di Bedano mi sono sempre chiesto se i promotori sono stati seriamente controllati, in quanto da voci che circolano, dalle dichiarazioni che giungono anche da Zurigo, sembra dubbia la  solvibilità e la serietà di alcune persone coinvolte nel progetto.

Inserito il 20.03.12 14:44
Da C. Fraschina

Risposta a Ramoni Claudio:

Egregio Signor Ramoni,

le comunichiamo che abbiamo provveduto a girare il suo scritto al Corpo di Polizia del Medio Vedeggio.

Con i migliori saluti.

Inserito il 21.02.12 14:43
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 15.02.12 ore 23:57 

Egregi signori, in questi giorni ho potuto apprezzare la vostra solerte informazione relativa al nuovo Corpo Polizia Medio Vedeggio. A tale riguardo mi permetto fare una piccola osservazione relativa al nuovo logo che accompagnerà i nuovi agenti. Nulla da eccepire sui confini dei quattro comuni interessati e nemmeno sul fiume che li attraversa, ma scetticismo sulla granata posta al centro dello stemma. Ebbene la granata gialla è un simbolo che viene usato unicamente in ambito militare, mentre per le forze di Polizia, la granata deve essere giocoforza di colore bianco. Certo di una vostra tempestiva correzione, e sperando che questo pacchiano errore non incida ulteriormente sulle finanze dei cittadini,colgo l 'occasione per porgervi cordiali saluti.

Inserito il 21.02.12 14:39
Da Claudio Ramoni

Risposta al signor Bassi Davide:

Auguro al Comune di trovare qualcuno per l'Amministrazione comunale - magari il sig. Davide Bassi - che gli sappia infondere "sani valori e positività". Per il resto il sindaco di Bedano ha piena libertà di esprimere il suo pensiero attraverso il sito ufficiale. Ci mancherebbe altro!

Inserito il 27.12.11 15:31
Da Sindaco di Bedano
Aprendo la pagina iniziale del sito del nostro comune, non ho potuto non notare la lettera del sindaco uscente Rigozzi. Bene alla luce di quando sopra mi chiedo quale messaggio voglia far passare il nostro Municipio a tutte le persone che vorrebbero visitare virtualmente il nostro comune e conoscerne i pregi e le molteplici piacevoli sfaccettature. Il sindaco uscente ha voluto gridare ai quattro venti la sua ferma intenzione a non ricandidarsi...bene l'abbiamo capito! Si potrebbe quindi omettere di sbattere in faccia a tutti, il suo personale pensiero e lasciare che il nostro comune viva dei suoi sani valori e della positività della sua gente? Davide Bassi
Inserito il 21.12.11 21:04
Da Davide Bassi

Risposta a Tabacchi Giampiero:

Egregio signor Tabacchi,

la ringraziamo per la sua segnalazione e le comunichiamo che attualmente il sedime da lei segnalato è utilizzato quale area di cantiere nell'ambito delle opere di posa delle condotte del gas. Non appena i lavori saranno conclusi, sarà premura del Municipio provvedere alla regolare pulizia e manutenzione del fondo.

Con i migliori saluti.

Inserito il 09.08.11 08:48
Da Municipio di Bedano

Lodevole Municipio,

Mi permetto di suggerire che vengano posati degli arbusti e/o piante odoranti, p.e. lavanda, ai lati e dietro i contenitori RSU situati all'incrocio di via al Chioso e via Santa Maria (creare un piccolo giardino) per rendere il luogo più elegante, ordinato e armonioso nella vicinanza della strada che porta alla Casa Comunale, anziché lasciare crescere erbacce che fa sembrare il luogo in uno stato di incuria.

Anche i piccoli dettagli rendono accogliente il paese di Bedano.

Grazie per l'attenzione.

Cordiali saluti.

Inserito il 27.07.11 10:41
Da Tabacchi Giampiero

Risposta a Grassi Maurizio:

Egregio signor Grassi,

il Municipio le comunica quanto segue:

Il Comune di Bedano non figura tra gli Enti locali che finanziano l'iniziativa "Arcobaleno". L'Esecutivo comunale ha optato per il finanziamento degli abbonamenti annuali di trasporto per i giovani, con un contributo annuo di fr. 100.00.

Ringraziandola per l'attenzione, cordialmente la salutiamo.

Inserito il 28.06.11 16:07
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 21.06.11 ore 08:17      

Arcobaleno Libera l'Aria azione estiva.

Noto che il Comune di Bedano non è tra i 109 (!) comuni che sostengono questa iniziativa, la lista dei comuni del Luganese è questa:

Agno, Alto Malcantone, Aranno, Astano, Bedigliora, Bioggio, Cademario,

Cadempino, Cadro, Capriasca, Caslano, Collina d'Oro, Comano, Croglio,

Cureglia, Curio, Lamone, Lugano, Magliaso, Manno, Massagno,

Mezzovico-Vira, Miglieglia, Morcote, Muzzano, Neggio, Novaggio, Origlio,

Paradiso, Ponte Capriasca, Ponte Tresa, Porza, Pura, Savosa, Sessa,

Sonvico, Sorengo, Torricella-Taverne, Vernate, Vezia, Vico Morcote

Vi sono motivazioni particolari.

Penso in modo particolare a tutti i ragazzi che in estate voglio muoversi (città, piscine, ecc) e che con un abbonamento a buon mercato per luglio ed agosto potrebbero farlo ecologicamente e senza dipendere da genitori, parenti ecc.

Grazie per l'interessamento.

Inserito il 28.06.11 16:05
Da Maurizio Grassi

Risposta a Fausto Borioli:

Egregio signor Borioli,

con riferimento alla sua richiesta, il Municipio di Bedano le comunica quanto segue:

La linea centrate di sicurezza all'entrata sud di Bedano, lungo la via Cantonale, è stata sostituita con una linea tratteggiata dal Centro di manutenzione delle strade cantonali, su ordine dell'Ufficio cantonale della segnaletica.

Da quanto ci è stato comunicato dall'Autorità cantonale, sulla base di una specifica ordinanza, da due anni a questa parte sulle carreggiate che non hanno un calibro di almeno 9 metri non è più possibile tracciare la linea continua (anche il sorpasso di una bicicletta, con la linea continua, non sarebbe possibile).

L'Esecutivo comunale ha ottenuto l'impegno da parte del Cantone di rivalutare la situazione, in particolare il problema legato alla fermata dell'auto postale e questo per valutare se è ipotizzabile un'eccezione per il tratto in prossimità delle abitazioni.

Ringraziandola per l'attenzione cordialmente la salutiamo.

Inserito il 27.06.11 17:28
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 15.06.11 ore 17:27

 

Lodevole municipio. Con molta meraviglia ho notato che da qualche giorno sul tratto di strada via cantonale entrata sud del paese, la linea centrale di sicurezza é stata sostituita con una linea tratteggiata.

Consentendo automobilisti e motociclisti il sorpasso e naturalmente non a .50 km orari , faccio pure notare che sul tratto cè una fermata autopostale (orari scolatici) fino a una quindicina di ragazzi .Ci sono pure delle uscite di strade comunali e private  .Mi chiedo se in fase di sorpasso due auto dovessero entrare in collisione quale potrebbe essere lesito.    

 Penso che questo intervento sia stato dettato da una segmalettica cantonale e non comunale, in quanto porta il tratto molto piu pericoloso.Vorrei conoscere una vostra oppinione in merito .RINGRAZIO e Saluto.

Borioli Fausto
Inserito il 27.06.11 17:25
Da Fausto Borioli

Risposta a Marco:

 

Il progetto di polizia strutturata del Medio Vedeggio è scaturito da una commissione composta dai capi dicastero dei Municipi coinvolti (Bedano, Cadempino, Lamone e Torricella-Taverne), allo scopo di meglio rispondere alle esigenze della popolazione in ambito di sicurezza, l'attuale organizzazione non permette di rispondere in modo adeguato a tutte le necessità.

In ambito d'informazione, il "Gruppo di lavoro Polizia Medio Vedeggio" ha presentato ai Municipi, prima di redigere il rapporto finale, le proposte e i contenuti sono stati condivisi. I vari gruppi politici hanno ottenuto le informazioni sul progetto per il tramite dei propri rappresentanti.

Il Consiglio Comunale, che sostituisce l'Assemblea dei cittadini, sta esaminando la proposta e prenderà una decisione presumibilmente durante la seduta del 30 maggio prossimo. Ricordiamo che la seduta è pubblica e gli interessati possono parteciparvi come spettatori.

Il Municipio ricorda che se la popolazione non è concorde su quanto deciso dagli organi che l'elettorato ha designato quali loro rappresentanti, ha sempre a disposizione gli strumenti concessi dalla legislazione (iniziative e referendum).

In ogni caso, con la nuova Legge sulla polizia, anche il Comune di Bedano dovrà riconoscere, se non aderente ad una polizia strutturata, un compenso di fr. 60.00 per abitante e per anno, al quale dovranno essere sommati i costi per il servizio di vigilanza privata, già oggi attivo.

Se il maggior costo previsto di ca. fr. 9'000 annui, rispetto a quanto dovrà versare il Comune, per disporre di un corpo di polizia, sia una spesa inutile, dipenderà dalle diverse sensibilità e sarà il Consiglio Comunale a deciderlo.

Inserito il 18.05.11 11:48
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 11.05.2011 ore 18:51

 

Lodevole Municipio
dopo aver letto  il commento scritto sulla polizia sarebbe auspicabile che il municipio disponga per una serata informativa alla popolazione onde evitare ancora inutili spese a carico della popolazione di Bedano , questo solo per decisioni di pochi.

Inserito il 18.05.11 11:47
Da Marco

Risposta a Tabacchi Giampiero:

Nell'ambito della posa dei contenitori interrati avvenuta nell'anno 2005, l'Esecutivo comunale ha già pianificato possibili ulteriori punti da predisporre alla raccolta. Per quanto riguarda la zona del Piano di quartiere, la posa di ulteriori container è possibile tra via Cantonale e via al Chioso.

Il Municipio è pure dell'avviso che non sarebbe corretto imporre al privato la realizzazione e relativi costi di posa dei contenitori interrati, poiché si creerebbe una disparità di trattamento ingiustificata verso chi non ha quest'obbligo.

Inserito il 18.05.11 11:46
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 11.05.2011 ore 10:52

Oggetto: comunicazione alla popolazione del 15.2.2011 inerente il contenimento delle spese e in particolare la rinuncia alla posa di nuovi contenitori interrati.

Egregi Signori,

Mi permetto indicare che, in base a mie esperienze, la Città di Lugano impone nel rilascio della licenza edilizia per nuovi complessi, a carico del proprietario del fondo, il vincolo che sia previsto la posa dei contenitori RSU. Il proprietario deve provvedere a predisporre la fossa in CA e il comune la posa dei contenitori. In considerazione dello sviluppo edilizio e l'obbligo di un piano di quartiere nel nostro comune, non sarebbe opportuno anche da noi prevedere un tale vincolo anche per evitare di arrivare a saturazione dei RSU esistenti.

Ringrazio per un riscontro e porgo cordiali saluti.

Inserito il 18.05.11 11:45
Da Tabacchi Giampiero

Risposta a Denise Zambelli Pagani:

Gli organi comunali si sono già soffermati a più riprese sul tema dell'edilizia scolastica. In particolare è apparsa chiara l'indicazione e la volontà di dedicare adeguate risorse per questi settori, affinché il fabbisogno infrastrutturale sia adeguatamente soddisfatto.

Per risolvere i problemi della scuola dell'infanzia, il Municipio ha chiesto un credito, concesso dal Legislativo, per potenziare l'attuale sede, realizzando la terza sezione. Il progetto è stato consegnato e l'investimento previsto ammonta a ca. 2.3 mio, ai quali sono da aggiungere i costi correnti annuali (docenza, pulizia, refezione, servizio, interessi, ammortamenti, …).

Prima di affrontare un simile investimento, il Municipio vuole disporre non solo di supposizioni, ma di proiezioni concrete sulla reale esigenza di potenziamento. Nel frattempo è stato trovato un accordo con il Comune di Gravesano, che ospiterà i 6 alunni che per esiguità di spazio non potranno accedere alla scuola di Bedano durante l'anno scolastico 2011/2012. Questa soluzione è una risposta razionale ad un'esigenza, che sulla base dei dati odierni, è limitata all'anno scolastico in questione.

Per quanto riguarda la richiesta di ottenere i recapiti delle famiglie che si sono iscritte alla scuola dell'infanzia di Gravesano, il Municipio ritiene corretto l'agire dell'Amministrazione e rispettoso delle disposizioni della Legge sulla protezione dei dati personali.

Il Municipio può trasmettere i dati neutri (cognome, nome e indirizzo) se è garantita la loro utilizzazione solo per scopi ideali (art. 12 cpv. 2 LPDP), come ad esempio è stato fatto con il preasilo "Il Girotondo". L'uso improprio di tali liste, che denuncia nel suo scritto, peraltro passibile di sanzioni, conferma l'esigenza di rilasciare dati sensibili con cautela.

Visto quanto sopra, non possiamo che invitarla, nell'ambito della prima riunione presso la scuola dell'infanzia di Gravesano, ad accordarsi con i genitori dei bambini che sono interessati alla sua proposta.

Inserito il 18.05.11 11:44
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 10.05.2011 ore 10:48

 

E rieccoci qui, a confrontarci con il problema dei posti mancanti all'asilo!Volevo confortare i signori Compagnoni: a distanza di un anno e mezzo dal vostro scritto ci troviamo -purtroppo- nella medesima situazione! e sì che quando l'anno scorso (durante il mese di settembre) ho chiamato il municipio per chiedere informazioni preliminari in merito all'eventualità di dover affrontare questo problema ero stata rassicurata... "ma noooooo signora, non si preoccupi!!! il problema dei posti mancanti all'asilo per i bimbi di tre anni l'abbiamo avuto SOLO nel 2008/2009, per una serie di circostanze particolari!"... ah beh, e meno male! e la news qual é? che anche quest'anno quasi una decina (pochissimi, vero?) di bambini rimangono a casa (oppure scarrozzati nei comuni vicini...)! Ma bene! Siamo in crisi finanziaria... però si spende e spande per la nuova casa comunale, per le nuove forze di polizia locali, ma a nessuno viene in mente di affrontare una priorità come questa! palazzine, casette a schiera e ville spuntano ovunque come funghi; di solito ad una forte espansione edile corrisponde un aumento dei nuclei famigliari, delle entrate fiscali (vedi: imposte) e, di conseguenza, dei bambini presenti nel comune. Ergo: il problema era solo assolutamente e anticipatamente PREVEDIBILE. L'ultima svolta: stamattina ho chiamato in municipio chiedendo gentilmente se mi si poteva dare il nome delle famiglie che (come noi) hanno dovuto iscrivere il/la proprio/a bambino/a alla scuola dell'infanzia di Gravesano. A domanda mi é stato (in modo molto seccato) chiesto il perché di tale richiesta. Ho risposto che vorrei contattare tali famiglie per capire se, eventualmente, ci si può conoscere e magari organizzare per accompagnare insieme i bambini all'asilo. Mi sono sentita rispondere con un secco, lapidario e indiscutibile "assolutamente no, non forniamo queste informazioni per questioni di privacy." Ma certo, stupida io che mi sono permessa di osare tanto!!! e pensare che a novembre abbiamo ricevuto una lettera su questa tematica da un'altra mamma che si era fatta dare la lista dei genitori dei bambini nati nel 2008 proprio dallo stesso municipio... ma allora la questione del rispetto della privacy vale solo nel mio caso? Ai posteri l'ardua sentenza... Ad ogni modo, chiaramente lusingata da questa ennesima dimostrazione di cortesia e comprensione da parte del nostro comune, non posso fare altro che "lavare i panni sporchi in pubblico" e, sperando che le famiglie di cui sopra leggano questo blog, chiedere loro, se hanno piacere e voglia, di contattarmi tramite il mio indirizzo email che (in barba alla privacy) pubblico allegato alla presente. PS: genitori consolatevi! una modifica legislativa del 22 febbraio 2011 sulla Legge sulla scuola dell'infanzia e sulla scuola elementare del 7.2.1996 prevede, a partire dall'anno scolastico 2012/13, l'ammissione obbligatoria alla scuola dell'infanzia per i bambini residenti nel comune che, all'apertura della scuola, hanno compiuto o compiono il terzo anno d'età entro il 31 dicembre. I comuni che non disporranno di posti sufficienti dovranno favorire la frequenza dei propri bimbi presso comuni vicini assumendosene i costi di frequenza e di trasporto. Spero che, per quella data, il problema venga (finalmente!) messo sul tavolo delle discussioni comunali. Cordiali saluti.

Inserito il 18.05.11 11:42
Da Denise Pagani Zambelli

Risposta a Luca:

Innanzitutto la ringraziamo per gli apprezzamenti in merito al nostro portale e alla trasparenza praticata.

I tempi tecnici di costituzione di un corpo di Polizia, l'organizzazione della stessa, la scelta degli spazi e l'arredo, nonché le assunzioni, richiedono una durata di tempo non indifferente e per questo si è voluto agire per tempo. È previsto che il nuovo corpo di polizia intercomunale, se dovesse trovare concretezza, potrà essere attivo con la prossima legislatura.

Il Comune di Gravesano, che dispone di un unico agente, non potrà più operare singolarmente e dovrà aggregarsi ad una polizia strutturata (corpo di almeno 6 agenti, comandante compreso).

Per quanto riguarda i costi per la costituzione di corpo di Polizia intercomunale, è previsto un costo annuo di fr. 74.00 per abitante. L'alternativa è di restare senza un servizio proprio e riversare fr. 60.00 annui per abitante per i servizi di sicurezza generali, ai quali sono da aggiungere i costi del servizio di vigilanza privata, già oggi attivo a Bedano; quindi la differenza di costo è limitato a ca. fr. 9'000 annui.

Il nuovo corpo di polizia sarà aperto ad altri Comuni che ne faranno richiesta e sarà la base di partenza per un'estensione del servizio al territorio di riferimento. Importante è partire, con un corpo strutturato e operativo.

Inserito il 18.05.11 11:41
Da Municipio di Bedano

Messaggio del 05.05.2011 ore 16:40

 

Buongiorno, vi volevo fare i complimenti per il sito, è molto bello e aggiornatissimo (pochi comuni pubblicano le risoluzioni e i verbali del consiglio comunale). Ho letto l'esposizione del Signor Chicco e mi viene spontanea una domanda, perchè tutta questa fretta per fare un servizio di polizia ??? La legge se non erro dà un termine di tre anni ai comuni e considerando che stiamo studiando una aggregazione con Gravesano, perchè non usufruire del loro servizio di polizia ??? Considerando che le casse comunali piangono dobbiamo spendere tutti quei soldi ???? Nella speranza che si possa pensare ad un'altra decisione, porgo distinti saluti.

Inserito il 18.05.11 11:33
Da Luca

Risposta a: chiccochiccaechicco@bluewin.ch

 

Il Municipio ha preso atto delle sue osservazioni e la invita a prendere contatto  con la cancelleria comunale alfine di poter discutere le perplessità da lei esposte di persona.

Cordiali saluti.

Inserito il 04.05.11 09:43
Da Municipio di Bedano
Lodevole Municipio buongiorno, ho letto nel sito ufficiale del comune che a breve porterete un messaggio municipale in consiglio comunale riguardante la polizia. Bedano non ha mai avuto un poliziotto, è un comune medio ma con un numero minimo di problemi, forse quello più sentito è il traffico ma per il resto non vedo tanti altri problemi, si è sempre fatto a capo a degli ausigliari, ora tutto ad un botto si vuole creare una polizia a 4 comuni, dopo aver letto il messaggio in questione e conoscendo come funziona la polizia e le problematiche dei comuni con cui vorremmo convenzionare in ambito di polizia mi sorgono diverse domande. Lamone è un comune medio ma che ha diversi problemi di ordine pubblico, schiamazzi, giovani,vandalismo, diverse palazzine, strade principali con molto traffico di transito e giornalmete con colonne, spaccio di droga, ecc.. Cadempino più o meno idem. Torricella -Taverne è un comune di oltre 3'000 abitanti con un solo agente di polizia, quando dovrebbe averne minimo due, in più bisogna aggiungere tutte le problematiche come Lamone ma in modo ancor più marcato. - scrivete che il futuro ufficio di polizia comunale sarà collegato con quello della polizia cantonale, cosa intendete, gli agenti della polizia comunale potranno accedervi? - i costi degli agenti annualmente è pari a circa 550'000 franchi, ma come è possibile in quanto un ufficiale di polizia cantonale, un vice comandante e altri 4 agenti, visto che volete un corpo strutturato di almeno 6 agenti e da un calcolo semplice, guardando le classi di stipendio cantonali, il costo solo degli stipendi di sei agenti semplici è di circa 750'000 franchi, come è stato calcolato? - parlate anche di competenze (deleghe) da parte del cantone, quali sono queste deleghe-competenze? il cantone non sa ancora cosa concedere alle polizie strutturate, voi sapete già quali sono? _ avete fatto anche un calcolo approssimativo, non mi ricordo più quanti migliaia di franchi, delle entrate delle contravvenzioni che stenderanno gli agenti, da un punto di vista di regola a preventivo si dovrebbe mettere al massimo 50'000 franchi, voi come avete fatto, avete preso atto le contravvenzioni degli ultimi anni dai vari corpi? - parlate anche di un servizio permanente nei week-end e durante la giornata in settimana, ma con 6 agenti, 1 comandate, 1 agente allo sportello, una pattuglia composta da 2 agenti che lavora al mattino ed una seconda pattuglia che lavora nel pomeriggio, come fate a coprire il territorio anche nei week-end o durante il giorno, in più vi sono anche i congedi giustamente meritati e le vacanze, come farete? - da come ho potuto notare il comune con un costo maggiore delle spese è proprio Bedano, oltre già ai problemi finanziari che ci sono, andare a spendere per la sicurezza tutti quei soldi, non mi sembra corretto nei confronti della popolazione, visto anche che le cifre sono approssimative ed un po buttate la. - informate pure che vi sono altri corpi interessati al vostro corpo di polizia, quali sono? e questi comuni siete sicuri che sono interessati? perchè questi corpi non sono già stati inseriti nel progetto? come mai lo studio di polizia avviato nel 2008 o 2009 con i comuni di Origlio Gravesano e Rivera è stato annullato? - Attualmente esiste una convenzione tra Lamone - Gravesano - Taverne-Torricella - Origlio e Monteceneri, come mai Bedano non ha aderito a questo corpo dove i costi sono minimi ed il servizio funziona ormai da 20 anni? si potrebbe provare anche solo per un anno il servizio con questo corpo e poi decidere se continuare o fare il grande passo firmando la convenzione con la polizia medio vedeggio per 5 anni alla quale siamo obbligati a pagare anche se dopo un'annetto non funziona o vi sono dei problemi. - visto che altri comuni sono interessati al vostro corpo di polizia, la sede di Lamone sarà abbastanza grande anche per ricevere nuovi agenti? da quello che ho visto la stessa è appena grande per ospitare i sei agenti, è giusto investire diversi soldi attualmente per poi forse tra un paio di anni spostarsi in una sede più grande? Spero che queste legittime domande vengano ben valutate da parte del Municipio e prima che il lodevole consiglio comunale voti a maggio il relativo messaggio. Per il momento termino con le domande, anche se ne avrei molte altre, se non è un problema per il municipio ve ne farò altre. In attesa di ricevere delle risposte alle domande seguenti vi saluto e auguro buona giornata.
Inserito il 26.04.11 22:58
Da chicco

Risposta al signor Fraschina:

 

Egregio signor Fraschina,

il Municipio ha preso atto della sua segnalazione e la informa che esso può intervenire unicamente quanto si riscontrano  per il tramite degli agenti pubblici delle infrazioni all'Ordinanza municipale sulla detenzione dei cani.

Cordiali saluti.

Inserito il 29.03.11 12:37
Da Municipio di Bedano

Ci sono persone che a spasso coi loro cani di piccola e media taglia, fanno fare i loro bisogni sulle proprietà private e contro i cassonetti interrati per i rifiuti. Quello di via ai Gelsi fa schifo dalle urinate e a volte non solo di quasi tutti i cani di chi abita da quelle parti. Quando la lamiera scalda fa una puzza da schifo.

 

Spero in una vostra presa di posizione perché le strade del nostro comune non sono delle latrine per i loro cani..

 

Cordiali saluti.

Inserito il 24.03.11 09:20
Da Cristiano Fraschina

Risposta al signor Borzone

Egregio signor Borzone,
il Municipio di Bedano comunica quanto segue:
Nel mese di marzo 2010 il progettista incaricato dal Municipio ha presentato un rapporto sulla possibilità di introdurre nel nucleo di Bedano una zona 30 km/h.
L'introduzione della zona 30 km/h è possibile se la velocità di referenza V85 (velocità non superata dall'85% degli utenti) è inferiore ai 35 km/h. Purtroppo dai rilevamenti effettuati la velocità media di percorrenza V85 è pari a 40 km/h e quindi prima di poter introdurre la misura è indispensabile adottare ulteriori accorgimenti per ridurre la velocità.
Nelle strade all'interno delle località ed in particolare dove vige una velocità massima consentita di 30 km/h, vi è l'obbligo di introduzione della precedenza da destra. Nel nucleo di Bedano la visibilità, in certi incroci, rende la misura troppo pericolosa e pertanto il Municipio è poco propenso a modificare la segnaletica.
Visto quanto sopra ed in attesa di conoscere se la strada di circonvallazione del nucleo trovi concretezza in prospettiva della possibile edificazione di un centro sportivo polifunzionale nella zona ex centro Quadri, che ridurrebbe sensibilmente le percorrenze all'interno del nucleo, il Municipio ha temporaneamente sospeso l'esame della problematica.
Cordiali saluti.

Inserito il 07.12.10 11:18
Da Municipio di Bedano

Limitazione di velocità a 30 km, via Cantonale


Egregi Signori,
é passato diverso tempo dal 16.05.09 e ancora non ho avuto risposta in merito ad una decisione per la limitazione di velocità sulla via Cantonale. Più precisamente in merito allo studio affidato ad un vostro specialista, come da vostra risposta del 17.08.09. Il tempo corre... ma credo che la problematica essendo importante meriti una minima attenzione da parte vostra, e in tempi forse anche più democratici.
Come al solito si spera, che non debba  capitare qualcosa di grave affinchè la cosa meriti la dovuta attenzione.

Grazie, per la risposta.

Inserito il 06.12.10 14:31
Da Marco

Risposta al signor Tabacchi

Egregio Signor Tabacchi,

la domanda preliminare di variante del PR è attualmente al vaglio del Dipartimento del territorio. Solo al momento della risposta si potrà decidere l'iter di prosecuzione del progetto.

Cordiali saluti.

Inserito il 06.12.10 14:25
Da Municipio di Bedano

Egregi Signori,

Mi permetto chiedere se il progetto CISP segue il suo corso come presentato il 10 giugno 2010.

Grazie per un vostro riscontro.

Cordialmente.

Inserito il 03.12.10 18:03
Da Tabacchi Giampiero

Risposta alla signora Combertaldi:


Le opere di moderazione del traffico sono state approvate nel marzo 2004 dal Consiglio comunale all'unanimità, su proposta dell'allora Municipio che intese rispondere alle continue lamentele degli abitanti di Bedano e al flusso insopportabile delle 6'000 percorrenze giornaliere fra Taverne e Bedano. Va detto che il precedente progetto di strada di scorrimento (prolungamento Via Industrie) non fu accolto dal Cantone, né dal Comune di Torricella-Taverne.

Il nuovo Municipio, eletto nell'aprile 2004, ha dovuto predisporre le modalità di attuazione della decisione del Consiglio comunale, peraltro condivisa.

La moderazione del traffico attraverso l'abitato di Bedano è perciò di fondamentale importanza, anche se va ancora perfezionata. E' da diversi mesi che il Municipio sta trattando con il Cantone per l'attuazione del limite di velocità a 30 km/h. Sono in fase di studio gli interventi ulteriori da attuare affinché si possa ottenere il permesso di realizzare la limitazione che si rende necessaria, anche al fine di porre un limite alla percorrenza scriteriata nelle ore notturne.

Per quanto concerne i paletti, abbiamo proceduto a diradarne il numero per facilitare lo scambio dei veicoli, ma non intendiamo rinunciare a questa misura di moderazione che si è rivelata efficace per quanto attiene alla velocità di percorrenza (ora la media è scesa a 40 km/h contro i 50 precedenti) e al numero delle percorrenze, che si aggira ora sulle 4'000 giornaliere.

Va comunque fatto notare che la via Cantonale attraverso il nucleo di Bedano deve poter conciliare la percorrenza degli autoveicoli con quella dei pedoni, e che i cittadini del Comune di Torricella-Taverne hanno ben tre alternative di immissione verso Serta, sulla strada principale verso nord e verso sud.

Il Comune di Bedano non intende subire le conseguenze di una pianificazione sbagliata del traffico, effettuata alcuni anni fa da altre istanze.


Distinti saluti.

Inserito il 23.03.10 10:50
Da Municipio di Bedano

A Bedano si puo' morire per colpa di un paletto!!!!

In lontananza una sirena, speri tanto che non sia per un parente, un amico, un vicino o un conoscente.

Da 2 giorni hanno rimesso i paletti maledetti. La sirena suona e non succede niente, l'ambulanza si deve fermare perchè c'è l'intelligentone che non la sente, e poi, c'è il paletto di turno.

Tre minuti dopo passa la posta. Cosa succede??

I secondi e i minuti quando si aspetta l'ambulanza sono interminabili, se poi ci sono i paletti!!

Questo fa riflettere vero?? Ora io vorrei chiedere alle famose persone competenti se si rendono conto di cosa hanno fatto?

Volete moderare il traffico per attraversare Bedano. Ma lo sapete che di notte ci sono i rally!!

Tutto questo è successo il  17 marzo 2010 alle ore 17.45.

A me è venuta tanta rabbia!!! Questo vuol dire egoismo e il non rispetto per la vita altrui.

Il personale della Croce verde è eccezionale, e giu' di cappello pe il lavoro svolto.

Un ultima considerazione; anche gli autopostali dovrebbero rifiutarsi di passare per Bedano.

Inserito il 17.03.10 20:22
Da Christina Combertaldi

Risposta al signor Borzone:

 

 

Egregio signor Borzone,

 

 

il Municipio di Bedano, con riferimento alla sua richiesta, comunica quanto segue:

 

La tassa per il servizio di raccolta ed eliminazione dei rifiuti é una tassa di utilizzazione, ossia un compenso particolare imposto al privato per una prestazione per un servizio pubblico; essa poggia su di una legge in senso formale e più precisamente il regolamento comunale per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Il tributo deve ossequiare i principi della copertura dei costi e della proporzionalità: principio quest'ultimo che secondo la terminologia comunemente invalsa in materia di tributi causali assume la qualifica di "equivalenza".

 

Secondo costante giurisprudenza i Comuni godono di una notevole libertà nello stabilire le tariffe per il servizio di raccolta e di eliminazione dei rifiuti ; essi  godono di autonomia costituzionalmente protetta e i criteri per la determinazione della tassa devono avere una relazione con la quantità effettiva di rifiuti prodotti.  

 

Il Comune  di Bedano preleva le relative tasse  allo scopo di coprire i costi derivanti dai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti (l'ammontare delle tasse é fissato tramite ordinanza dal Municipio nei limiti del Regolamento) . Attualmente il Comune copre (sulla base dei dati del preventivo 2010, già comprensivi dei minori costi per lo smaltimento dei rifiuti) unicamente  il 76%  dei costi cagionati dal servizio ; una riduzione delle tariffe è  quindi ingiustificata.   

 

 Pure il Dipartimento federale dell'economia (Sorveglianza dei prezzi), preso atto della contabilità inerente al  nostro servizio, ha avuto modo di asserire che: "… nonostante l'abbassamento di circa il 32% della tariffa di smaltimento dei rifiuti solidi  urbani applicata dall'Azienda Cantonale dei Rifiuti, il grado di copertura dei costi preventivati per la gestione dei rifiuti del vostro Comune dovrebbe mantenersi al di sotto della soglia del 100%. Attualmente, non riteniamo quindi necessario procedere con una raccomandazione sulle vostre tasse dei rifiuti."  

 

Il Municipio sta valutando con l'assuntore del mandato pubblico quali margini di riorganizzazione del servizio  rimangono ancora, al fine di ridurre i costi.

 

I conti sono  rilevabili sul sito internet  del comune http://www.bedano.ch/ nella rubrica "Atti pubblici e amministrativi; messaggi municipali".

 

 

 

Cordiali saluti.

 

 

Inserito il 05.03.10 08:33
Da Municipio di Bedano
Egregi signori,
non sarebbe auspicabile una riduzione della tassa rifiuti in quanto da Fr 280.-oggi é passata a Fr 188.-alla tonnellata , come intende muoversi il comune in tal senso a favore dei cittadini ? come si possono visionare o richiedere i costi assunti per lo smaltimento  negli anni precedenti ?
Vi ringrazio per una presa di posizione.
Inserito il 24.02.10 18:55
Da Borzone Marco

Risposta ai signori Compagnoni:

Egregi signori Compagnoni,
il Municipio di Bedano intende fornire alcune precisazioni in riferimento alla lettera pubblicata dai sig.ri Michele e Andrea Compagnoni l'11 novembre scorso nella rubri-ca Lettere al Corriere del "Corriere del Ticino" .
Le regole per la frequenza della Scuola comunale dell'infanzia sono definite dalla Legge sulla scuola dell'infanzia e sulla scuola elementare e dal relativo Regolamento di applicazione che sanciscono la non obbligatorietà della frequenza; una limitazione dell'ammissione dei bambini di tre anni alla scuola è permessa in casi particolari, quali quello riscontrato a Bedano.
La struttura della Scuola dell'infanzia di Bedano può ospitare, secondo il rapporto del-l'Ispettorato scolastico del IV circondario, al massimo 45 bambini.
Per gli anni scorsi il Comune è riuscito ad accogliere quasi tutti gli allievi iscritti, com-presi quelli di tre anni. Per il corrente anno si è venuta a creare una situazione ecce-zionale che, in base ai dati in nostro possesso, risulta però essere transitoria: per il pros-simo anno scolastico si prospetta un ulteriore calo.
Per far fronte alla situazione di emergenza, considerato che il Comune non dispone di strutture adeguate o facilmente adattabili alle disposizioni cantonali, il Municipio si è attivato nel corso della primavera interpellando i comuni confinanti sulla disponibilità di posti da attribuire ai residenti di Bedano. Abbiamo così potuto ottenere le seguenti disponibilità: due posti a Gravesano; un posto a Torricella-Taverne e sette posti nell'Al-to Malcantone. I Comuni di Manno, Lamone e Cadempino non erano in grado di for-nire ulteriori posti liberi. Con quest'offerta si potevano esaudire le richieste di scolariz-zazione, organizzando un trasporto speciale interamente a carico dell'Ente pubblico; la qual cosa non è stata ritenuta idonea da parte delle famiglie interpellate (alcune si sono organizzate privatamente, con il sostegno finanziario del Comune).
Complessivamente quest'anno nove bambini di tre anni (di cui cinque nati dopo il mese di ottobre) non hanno trovato accoglienza in una scuola della regione.
Lo scorso anno il Municipio ha sottoposto al legislativo il messaggio per il credito di progettazione di un ampliamento dell'attuale sede; i lavori di progettazione si sono avviati e la realizzazione dell'opera (per una spesa preventivata di ca. Fr. 1,3 milioni) sarà sottoposta al Legislativo e potrà essere accolta soltanto se le proiezioni per i pros-simi anni lo giustificheranno.
Al di là di questi aspetti contingenti, il Municipio è consapevole dell'esigenza delle fa-miglie di poter disporre delle strutture adeguate per ospitare i loro figli, specie allor-quando entrambi i genitori svolgono un'attività lavorativa o per particolari casi sociali. Da un'analisi attenta della situazione, risulta tuttavia che in tutta la regione del Medio Vedeggio esistono problemi a questo riguardo, sia per ospitare i bambini di tre anni, sia per accogliere quelli più giovani. Per far fronte a queste esigenze, che comporta-no spese non indifferenti per l'ente pubblico, sarebbe opportuna una maggiore col-laborazione e intesa fra i vari comuni della regione, al fine di pianificare e realizzare in comune delle strutture apposite per far fronte ai problemi delle famiglie. Il Comune di Bedano auspica fortemente questa intesa.

Inserito il 12.11.09 17:02
Da Municipio di Bedano

Abitiamo e lavoriamo nel comune di Bedano da quattro anni. Nostra figlia maggiore (quattro anni e mezzo) ha frequentato l'anno scorso il primo anno della scuola dell'infanzia, suo fratello (tre anni e mezzo) avrebbe dovuto iniziare la frequenza a partire da inizio settembre di quest'anno. I due sono molto svegli, in particolar modo il secondo è più che pronto per iniziare l'avventura dell'asilo. Non è stato facile durante gli ultimi mesi, quando accompagnava sua sorella alla scuola dell'infanzia, fargli capire che era ancora piccolo per rimanere, che avrebbe dovuto aspettare fino a settembre. La promessa, purtroppo, non si è avverata. Il Comune di Bedano vede un costante aumento demografico da alcuni anni, lo stabile che ospita la scuola dell'infanzia non ha la capacità necessaria per far fronte a tutte le richieste. I continui permessi di costruzione (55 appartamenti e 24 villette quest'anno) accordati dal Municipio comportano sicuramente maggiori entrate finanziarie: devono però sempre essere valutati in un'ottica di infrastrutture presenti sul territorio atte a soddisfare le esigenze della popolazione. Per quanto concerne la scuola dell'infazia ciò non è il caso. Quest'anno infatti il Municipio è stato costretto a lasciare a casa i bambini che hanno compiuto i 3 anni a partire da febbraio (più di una decina). Una situazione facilmente prevedibile, a cui l'autorità competente non ha però saputo e voluto fare fronte e per la quale non è stata in grado di proporre una soluzione valida che rispecchi l'interesse delle famiglie. L'unica proposta portata avanti dall'attuale autorità competente, ma bocciata dalle famiglie interessate, prevedeva il trasferimento di alcuni bambini nella struttura presente ad Arosio (Comune di Alto Malcantone). Le proposte presentate dalle famiglie (tra le quali la creazione di una sezione provvisioria nei locali del vecchio municipio, soluzione anche prevista e regolamentata dalla legge) non sono state prese in considerazione dall'attuale autorità comunale per motivi di costi. La creazione di una sezione provvisoria sarebbe più che lecita (circa 15 bambini nati nel 2006 non possono essere accolti nell'attuale sede), in quanto anche l'anno prossimo e in quelli a venire la struttura attuale, in attesa della costruzione di una terza sezione definitiva, non soddisfa le esigenze. La soluzione più semplice sarebbe stata di umilmente chiedere ai Comuni vicini le loro disponibilità e coordinarsi con essi e le famiglie toccate dal problema per organizzare l'inserimento dei bambini. Nel mese di marzo 2009, quando ci siamo accorti che probabilmente per nostro figlio non ci sarebbe stato posto nella scuola dell'infanzia di Bedano, abbiamo contattato alcuni Comuni vicini, i cui responsabili ci hanno confermato di non essere a conoscenza della situazione di Bedano. Purtroppo abbiamo ricevuto solo risposte negative. Vogliamo sottolineare a questo punto che per noi è imporante che i nostri due figli possano frequentare la scuola dell'infanzia insieme e nella stessa sede, sia perché avendo solo 13 mesi di differenza sono molto legati l'uno all'altra, sia per motivi organizzativi. A fine agosto è finalmente arrivata la comunicazione definitiva: per nostro figlio, pur essendo il primo sulla lista di attesa di Bedano, non ci sarebbe stato posto. Abbiamo confermato all'attuale autorità competente che avremmo tenuto a casa tutti e due i bambini fino a una soluzione che preveda l'inserimento di entrambi (a gennaio dopo la liberazione delle riserve). Per tutta risposta l'attuale autorità competente ha deliberato con la risoluzione n. 538 che se non avessimo fatto frequentare l'anno scolastico a nostra figlia maggiore entro fine settembre, sarebbe stata buttata fuori. L' attuale autorità competente del Comune di Bedano ha dimostrato di non avere a cuore i bisogni delle famiglie. Su questi bisogni hanno prevalso, in questa situazione e in altre, unicamente gli interessi finanziari. Una situazione facilmente prevedibile come l'aumento demografico avrebbe dovuto portare all'adeguamento delle infrastrutture. Non parliamo di un municipio nuovo (tra l'altro inutile: se il vecchio era troppo piccolo bastava stringersi; ciò avviene da molte altre parti, in particolar modo durante i tempi di crisi), ma quelle infrastrutture che concernono il bene più importante presente nel comune: i bambini. La mancata volontà di collaborazione con i Comuni vicini ha fatto il resto. Per un momento abbiamo pensato che Bedano fosse un posto ideale per le famiglie. Ci è stato dimostrato il contrario.

Inserito il 12.11.09 16:57
Da Compagnoni Michele e Andrea


Risposta a Borzone Marco:

Egregio signor Borzone,

le comunichiamo che i punti di misurazione sono stati concordati con un ingegnere del traffico e interesseranno i due sensi di percorrenza della via Cantonale. L'obiettivo è quello di valutare se l'introduzione del limite di velocità a 30 km/h è giustificato o se sarà necessario adottare altre misure. Il punto da lei indicato, in prossimità della casa per anziani, è già stato oggetto di misurazione sulla velocità.

Cordiali saluti.

Inserito il 21.09.09 09:37
Da Municipio di Bedano
Egregi Signori,
ho constatato con interesse la posa del radar nel centro paese, ma pur non essendo un tecnico del ramo vi consiglierei di indirizzare lo stesso nel senso di marcia opposto e rispettivamente di posarlo almeno nelle vicinanze della chiesa,( direzione casa anziani) ,visto che il traffico scorre molto piu veloce in quanto non ci sono ostacoli rilevanti , sicuramente le rilevazioni saranno molto piu interessanti su questo potete sicuramente contarci, basta fermarsi una decina di minuti per poterlo verificare
Vi rigrazio per la comprensione.
B.Marco
Bedano 18.09.09
Inserito il 18.09.09 15:50
Da Borzone Marco

Risposta a Manuela Pongelli:

Gentile signora Pongelli,

il Municipio di Bedano le comunica quanto segue:

il centro di raccolta dei rifiuti è ubicato nell'unico terreno destinato al servizio secondo quanto disposto dal piano regolatore; questo si trova ai margini della zona residenziale in prossimità della Val Barberina. La scelta di concentrare in un solo luogo la raccolta dei rifiuti recuperabili è stata dettata da più esigenze: l'accessibilità (utenza e veicoli di servizio); il costo; l'emanazione di odori; i rumori e l'organizzazione del servizio.È evidente che ogni servizio deve essere oggettivamente fruibile, ma parimenti non si può pretendere che questo sia personalizzato per ogni utente. L'Esecutivo è convinto che la soluzione sinora praticata sia consona alle esigenze di un comune di medie dimensioni e che il servizio sia apprezzato dalla popolazione. Per quanto riguarda le opere di protezione dell'abitato, sicuramente ha potuto apprendere dalla pubblicazione "Bedano Informa" dello scorso mese di giugno che i lavori in corso hanno subito dei rallentamenti a causa del cattivo tempo e per l'esigenza di verificare le opere progettate nell'anno 2007 sulla base dei fenomeni alluvionali verificatisi durante l'estate del 2008. Le opere principali inerenti all'incanalamento dei riali sopra l'abitato sono praticamente concluse, restano ora da eseguire diversi interventi alle camere e alla strada forestale prima della completazione del canale di sfogo sul riale Val Finale. Conclusa questa prima fase di interventi, si provvederà a realizzare il canale più a monte, in territorio del comune di Alto Malcantone (previsto durante il prossimo inverno) e le opere di protezione in Val Barberina. Anche per le altre domande si rimanda all'ultimo bollettino informativo comunale. Il progetto di realizzazione della zona di svago, per il quale il Municipio ha già incaricato un architetto paesaggista, potrà trovare concretezza una volta completati i lavori di protezione dell'abitato, premesso che il Consiglio Comunale approvi il progetto e relativo finanziamento. Per la casa comunale, il Consiglio comunale ha concesso lo scorso mese di giungo il credito necessario per la ristrutturazione dello stabile. La nuova destinazione prevede due piani da adibire ad uffici in affitto e, al piano terreno, una sala multifunzionale. Con questa operazione sarà possibile autofinanziare l'investimento e valorizzare il patrimonio immobiliare del comune.

Auspicando di aver risposto alle sue attese, cordialmente la salutiamo

Inserito il 09.09.09 09:09
Da Municipio di Bedano

Egregi Municipali,

  • il centro di raccolta rifiuti è situato fuori mano, soprattutto per gli anziani del paese e le persone non automunite. Mi chiedevo se c'è la possibilità di posare dei container nel paese, almeno quelli più usati da tutti: per esempio per il vetro/pet/carta/vestiario, in modo più accessibile a tutti. In questo modo favorireste sicuramente il riciclaggio con diminuzione di rifiuti urbani, oltre ad accontentare una fascia di popolazione importante.
  •  I lavori zona Pigurin dalle informazioni rilevanti sul sito, dovevano essere terminati a inizio estate 2009. Le foto visionabili a tutt'oggi non sono recenti e pertanto e impossibile per il cittadino farsi un'idea dello stato attuale. La futura zona di svago è conseguente al termine di questi lavori? I bambini in età scolare purtroppo non hanno un luogo dove ritrovarsi, senza recare disturbo a qualcuno, non sarebbe il caso di accelerare il tutto o prevedere qualcosa di provvisorio per loro? Quale destinazione è prevista per la vecchia casa comunale?

Grazie della vostra attenzione. Cordialmente.

Manuela Pongelli

Inserito il 03.09.09 12:54
Da manuela pongelli

Risposta a Borzone Marco:

Egregio signor Bozzone,

il Municipio di Bedano la informa che è stato affidato ad uno specialista lo studio sulla fattibilità di limitare a 30 km/h la via Cantonale. A metà settembre saranno posati gli apparecchi di misurazione della velocità, azione indispensabile per inoltrare un'istanza di autorizzazione. La terremo informata sugli sviluppi dell'argomento.

Inserito il 17.08.09 15:17
Da Municipio di Bedano

Risposta a Monaco Silvino:

Egregio signor Monaco,

il Municipio di Bedano le comunica quanto segue:

1.      Per principio non è mai ammesso disturbare la quiete pubblica con schiamazzi o rumori e questo in nessun orario della giornata. Ci sono poi orari serali, che a Bedano sono definiti dalle ore 23.00 fino alle ore 07.00, dove l'attenzione deve essere ancora maggiore.

2.      Gli articoli da lei indicati e presenti nel regolamento organico comunale rispecchiamo gli orari che sono maggiormente praticati nei comuni ticinesi e l'Esecutivo comunale ritiene siano consoni alle esigenza dell'intera collettività.

 Pur avendo comprensione per quanto espresso, l'Ente pubblico è tenuto ad agire nell'interesse generale e considerare quindi tutte le categorie di persone.

Visto quanto sopra, il Municipio non ritiene di dover sottoporre una diversa proposta di regolamentazione al Consiglio Comunale. Solo per il tramite di un consigliere comunale può essere presentata una mozione elaborata per la modifica dei citati articoli.

Ringraziandola per l'attenzione, cordialmente la salutiamo.

Inserito il 10.08.09 09:37
Da Municipio di Bedano
Egregio Consiglio Comunale,
nel regolamento del nostro Comune del 6 agosto 2001 nell'articolo sulla quiete pubblica è riportato quanto segue:

Art. 38

a) Rumori

molesti

1Sono vietate le azioni che possono turbare l'ordine e la quiete pubblica ed in

particolare: i tumulti, gli schiamazzi, i canti smodati, gli spari ed in genere ogni

rumore molesto o inutile, sulle pubbliche vie e piazze come pure nella proprietà

privata all'interno o in vicinanza dell'abitato.


b) Quiete

 notturna  2Dopo le ore 23.00 e fino alle 07.00 sono di regola vietati nell'interno ed in

vicinanza dell'abitato i canti ed i suoni all'aperto, come pure il funzionamento di

 apparecchi per la riproduzione del suono. Sono vietati i rumori molesti prodotti da

veicoli sia in sosta che in movimento.


La mia umile richiesta è quella di anticipare alle 21.30 l'orario di quiete, e Vi invito a pensare pensare per un momento a:
- chi ha figli in età scolastica e al mattino spesso la sveglia è un       
  problema.
- alle persone anziane le quali certamente gradiscono la tranquillità.
- alle persone che devono alzarsi alle 4.00 o alle 5.00 per recarsi al lavoro.

Ringrazio per la cortese attenzione,
distinti saluti
S.Monaco
Inserito il 11.07.09 17:38
Da S.Monaco

Risposta a Borzone Marco:

La sua richiesta è attualmente all'esame del Municipio.

Le daremo risposta al più presto.

Grazie per la comprensione.

Inserito il 26.05.09 16:33
Da Municipio di Bedano

Lod. Municipio di Bedano.

 

Quale cittadino di Bedano, abitante in Via Cantonale, dopo aver interpellato diversi abitanti della stessa e aver fatto eseguire un controllo radar dalla polizia cantonale, vi chiedo se una decisione per la limitazione della velocità lungo questa via, è stata discussa o presa in considerazione seriamente.

 

Gli ultimi interventi eseguiti per la limitazione del traffico (dossi, ecc..) hanno migliorato sensibilmente la situazione, ma purtroppo non sono sufficienti in quanto gli stessi vengono superati con estrema facilità.

 

Molti cittadini si chiedono il motivo per il quale non viene applicata la limitazione di velocità a 30 Km/h tanto più che durante il giorno esiste un serio pericolo per coloro che eseguono il tragitto casa scuola/asilo e viceversa e non di meno abbiamo una struttura ospedagliera non sufficiente rispettata . Purtroppo inoltre questa via è spesso presa come pista d'accelerazione per gare sportive e prova marmitte da competizione di motoveicoli.

 

Vi informo che le nuove disposizioni per i limiti di velocità e applicazione delle zone a 30Km/h sono cambiate.

Infatti le recenti modifiche delle disposizioni federali in materia hanno agevolato l'applicabilità del limite di 30 Km/h. Non esiste infatti più una limitazione dell' estensione della Zona 30; queste disposizioni si possono applicare se non tolgono  la fluidità del traffico sulle strade principali,che devono servire da assi di connessione con la rete stradale regionale (vedi sito www.ti.ch/DI/stradesicure).

 

Auspico una vostra presa di posizione, e colgo l'occasione per porgere i miei più sinceri saluti.

 

Borzone Marco

Via Cantonale

6930 Bedano

Inserito il 16.05.09 18:42
Da Borzone Marco

Il Municipio la ringrazia per le sollecitazioni rivolteci; queste contribuiscono a migliorare il servizio in favore degli utenti. Per quanto riguarda lo specifico delle sue richieste, l'Esecutivo le comunica quanto segue:

Nel corso dei prossimi giorni l'amministrazione provvederà a datare i documenti, così da facilitare la ricerca. I verbali del Consiglio Comunale possono essere pubblicati unicamente dopo l'approvazione degli stessi da parte del Legislativo; di regola questo avviene la seduta successiva e quindi a distanza di mesi. La pubblicazione delle risoluzioni del Municipio  che rivestono carattere pubblico, saranno attivate nel corso delle prossime settimane. L'ordine del giorno delle sedute del Legislativo è regolarmente pubblicato nella pagina "albo comunale" la settimana precedente la seduta.

Ringraziandola per l'attenzione, cordialmente la salutiamo.

Inserito il 09.02.09 11:03
Da Municipio di Bedano
Un saluto a tutti,

innanzitutto vorrei ringraziare per l'opportunità di sottoporvi la mia richiesta. Gradirei che la sezione "Atti pubblici e amministrativi" fosse più ricca di dettagli, per esempio:
  1. datazione dei documenti pubblicati (personalmente ho difficoltà a reperire quelli più recenti);
  2. pubblicazione puntuale dei verbali del Consiglio Comunale e delle decisioni Municipali;
  3. Avviso su quando si terranno le sedute;
  4. ...
Insomma, dare una maggiore informazione su quello che è la "vostra" attività a chi non ha possibilità di seguirla in prima persona.

Grazie per l'attenzione.
Inserito il 05.02.09 22:20
Da Claudio
Buongiorno,

trovo interessante l'idea di avere un blog comunale.
Spero venga usato dagli altri utenti.
Inserito il 20.01.09 17:57
Da Maurizio
.. .. ..
.. © vostrosito.com – credits
..
.. .. ..